“L’obiettivo è lottare per il campionato”. La Ducati presenta la Desmosedici 2018 all’Auditorium di Borgo Panigale: l’evoluzione della moto con cui lo scorso anno la Rossa si è giocata fino all’ultima corsa il titolo mondiale di MotoGp con Marc Marquez. E’ stato Andrea Dovizioso a cavalcare quella Ducati fino a un passo dal successo, è sempre lui a rilanciare la sfida per il 2018: “La moto è bellissima. In realtà tutte le Desmosedici sono state bellissime ma questa ha qualcosa di più, con l’aggiunta del grigio è ancora più aggressiva“.

“Più spinta” e “più competività”, le chiavi secondo il pilota forlivese per compiere l’ultimo step e riportare a Borgo Panigale quel titolo che manca dal 2007, dall’anno magico di Casey Stoner. Al suo fianco ci sarà ancora Jorge Lorenzo, con un anno di esperienza in più in sella alla Ducati: “Rischiamo di vincere molte gare. Vi divertirete“, ha detto lo spagnolo. Che l’obiettivo sia lottare per il Mondiale lo ha ribadito anche il direttore generale della scuderia di Borgo Panigale, Luigi Dall’Igna. La strada in Ducati è tracciata: “Ci sono poche piste ormai che ci mettono in difficoltà ed è da lì che dobbiamo ripartire, avere idee per superare le difficoltà e migliorare la moto”. Con questa aspirazione è nata la nuova Desmosedici.

close

Prima di continuare

Se sei qui è evidente che apprezzi il nostro giornalismo. Come sai un numero sempre più grande di persone legge Ilfattoquotidiano.it senza dover pagare nulla. L’abbiamo deciso perché siamo convinti che tutti i cittadini debbano poter ricevere un’informazione libera ed indipendente.

Purtroppo il tipo di giornalismo che cerchiamo di offrirti richiede tempo e molto denaro. I ricavi della pubblicità ci aiutano a pagare tutti i collaboratori necessari per garantire sempre lo standard di informazione che amiamo, ma non sono sufficienti per coprire i costi de ilfattoquotidiano.it.

Se ci leggi e ti piace quello che leggi puoi aiutarci a continuare il nostro lavoro per il prezzo di un cappuccino alla settimana.

Grazie,
Peter Gomez

Articolo Precedente

MotoGp Valencia, Marc Marquez (con il brivido) è campione del mondo per la sesta volta. Caduta per Dovizioso

prev
Articolo Successivo

MotoGp, Yamaha svela la nuova M1 2018. Rossi: “Fare meglio dell’anno scorso”. E Vinales rinnova fino al 2020 – FOTO

next