È stato rintracciato e fermato dalla polizia a Ventimiglia, in Liguria, l’uomo sospettato di aver ucciso a Viterbo gli anziani genitori. Il 44enne aveva fatto perdere le sue tracce, ma è stato individuato dalla polizia di Frontiere di Ventimiglia, che gli ha notificato il fermo emesso dalla Procura di Viterbo. L’uomo si trova ora in stato di fermo per omicidio e si attende il suo interrogatorio per capire il possibile movente del delitto. Il 44enne, che viveva in casa con i genitori, è disoccupato e ha alle spalle qualche piccolo precedente per furto.

Le ricerche della squadra mobile di Viterbo erano scattate immediatamente dopo il ritrovamento in casa dei corpi senza vita di Rosa Franceschini, 79 anni, e Gianfranco Fieno, 83 anni, trovati avvolti in sacchi di cellophane nella propria abitazione. Una delle vittime si trovava sul letto mentre l’altra sul pavimento. A dare l’allarme l’altra figlia della coppia: la donna non riusciva a contattare i genitori e si è insospettita quando, dopo avere chiesto notizie al fratello, lui le ha detto che i due erano ricoverati in una clinica, senza riuscire però ad indicare quale.

Sostieni ilfattoquotidiano.it: se credi nelle nostre battaglie, combatti con noi!

Sostenere ilfattoquotidiano.it vuol dire due cose: permetterci di continuare a pubblicare un giornale online ricco di notizie e approfondimenti, gratuito per tutti. Ma anche essere parte attiva di una comunità e fare la propria parte per portare avanti insieme le battaglie in cui crediamo con idee, testimonianze e partecipazione. Il tuo contributo è fondamentale. Sostieni ora

Grazie, Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Killer Budrio, Igor il russo preso in Spagna “Prima della cattura ha ucciso 3 persone”

next
Articolo Successivo

Andrea La Rosa, l’intercettazione chiave nell’omicidio dell’ex calciatore: “Questo bidone puzza, deve portarlo via”

next