“Non credo che quella di Di Battista sia una “mossa” a cui dare lettura politica: ha detto che non si ricandida per motivi personali e almeno per una volta abbiamo motivo di credergli. Sono scelte che vanno rispettate: dispiace non sia più in Parlamento. In fondo si tratta di un avversario vero e divertente“. Così Matteo Orfini, presidente del Pd, ha commentato la decisione di Alessandro Di Battista, che ha detto di non volersi ricandidare in Parlamento

Sostieni ilfattoquotidiano.it: il tuo contributo è fondamentale

Il tuo sostegno ci aiuta a garantire la nostra indipendenza e ci permette di continuare a produrre un giornalismo online di qualità e aperto a tutti, senza paywall. Il tuo contributo è fondamentale per il nostro futuro.
Diventa anche tu Sostenitore

Grazie, Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

M5s, Alessandro Di Battista dice addio al Palazzo. E dà l’esempio

next
Articolo Successivo

Elezioni Ostia, il ‘cretinismo astensionista’ sta uccidendo la democrazia

next