“Non credo che quella di Di Battista sia una “mossa” a cui dare lettura politica: ha detto che non si ricandida per motivi personali e almeno per una volta abbiamo motivo di credergli. Sono scelte che vanno rispettate: dispiace non sia più in Parlamento. In fondo si tratta di un avversario vero e divertente“. Così Matteo Orfini, presidente del Pd, ha commentato la decisione di Alessandro Di Battista, che ha detto di non volersi ricandidare in Parlamento

close

Prima di continuare

Se sei qui è evidente che apprezzi il nostro giornalismo. Come sai un numero sempre più grande di persone legge Ilfattoquotidiano.it senza dover pagare nulla. L’abbiamo deciso perché siamo convinti che tutti i cittadini debbano poter ricevere un’informazione libera ed indipendente.

Purtroppo il tipo di giornalismo che cerchiamo di offrirti richiede tempo e molto denaro. I ricavi della pubblicità ci aiutano a pagare tutti i collaboratori necessari per garantire sempre lo standard di informazione che amiamo, ma non sono sufficienti per coprire i costi de ilfattoquotidiano.it.

Se ci leggi e ti piace quello che leggi puoi aiutarci a continuare il nostro lavoro per il prezzo di un cappuccino alla settimana.

Grazie,
Peter Gomez

Articolo Precedente

M5s, Voltolina vs De Masi: “Incompetenti”. “Abbiamo avuto ministri che facevano calendari porno”

prev
Articolo Successivo

M5s, Lombardi: “Di Battista non ci ha lasciato, è sempre in prima linea. Raggi? Mitologie sul nostro rapporto”

next