“Le istituzioni hanno fatto finta di scoprire che c’è un problema criminalità a Ostia, non facendo nulla per sconfiggerla”. Giorgia Meloni, a margine della chiusura della campagna elettorale di Monica Picca, la candidata del centrodestra al ballottaggio di domenica prossimo per la presidenza del X municipio di Roma, rifiuta “il racconto di un municipio che sembra uscito da Romanzo Criminale”. “Ci possono essere due o tre famiglie criminali – dice la leader di Fratelli d’Italia -, ma il resto delle centinaia di migliaia di persone sono oneste. I cittadini stanno pagando questo racconto. Invito Virginia Raggi a portare le sue fiaccole a via dei Forni”, dove c’è la palestra degli Spada teatro dell’aggressione alla troupe di Nemo.

Meloni torna anche sulla foto, pubblicata nei giorni scorsi, sua e della candidata di Fdi insieme a Silvano Spada. “Se Di Maio fa una foto abbracciata a un camorrista, lui dice ‘ah ma io faccio foto con un sacco di gente’. Io ne faccio migliaia. Alle volte scherzo e dico che ho più foto che voti. È evidente che non sapessi chi fosse. Mica sono così scema”.

“Spero che l’avviso di sfratto alla sindaca Raggi parta da questo municipio”, dice la candidata Monica Picca, “perché ha dimostrato quello che non sa fare”.

Meloni rivendica: “le nostre scelte sono sempre state vincenti, i nostri alleati lo devono riconoscere”. E sulla candidatura di Sergio Pirozzi, sindaco di Amatrice, alla Regione Lazio con una sua lista, non si dice “delusa”. “La sua candidatura non è mai stata un mistero”, dice il deputato di Fdi Fabio Rampelli. “Dopo domenica dobbiamo vederci, come coalizione, e scegliere un candidato comune”. Che potrebbe essere Rampelli stesso? “Nessuno me l’ha chiesto per il momento”.