Gli hanno urlato insulti omofobi e l’hanno aggredito nell’androne della sua casa di Roma. La vittima è il regista Sebastiano Riso, attualmente nelle sale con Una famiglia, il suo ultimo lavoro che parla della compravendita clandestina di neonati.

Il fatto è accaduto ieri, 2 ottobre, intorno alle 17. Riso è stato portato al pronto soccorso dell’ospedale Fatebenefratelli all’Isola Tiberina, dove i medici gli hanno riscontrato una contusione della parete toracica addominale e un trauma della regione zigomatica con edema alla cornea. La prognosi è di 10 giorni.

Riso, dichiaratamente omosessuale, in Una famiglia racconta la storia di una coppia, interpretata da Micaela RamazzottiPatrick Bruel, che fa figli per poi rivenderli illegalmente a chi – etero o gay – di bambini non può averne. E tra le coppie che si rivolgono a loro ci sono anche Giorgio e Federico, disposti a pagare 80mila euro per un bambino. Gli insulti urlati dagli aggressori di Riso si riferivano anche ai contenuti della pellicola, in concorso al festival di Venezia.

close

Prima di continuare

Se sei qui è evidente che apprezzi il nostro giornalismo. Come sai un numero sempre più grande di persone legge Ilfattoquotidiano.it senza dover pagare nulla. L’abbiamo deciso perché siamo convinti che tutti i cittadini debbano poter ricevere un’informazione libera ed indipendente.

Purtroppo il tipo di giornalismo che cerchiamo di offrirti richiede tempo e molto denaro. I ricavi della pubblicità ci aiutano a pagare tutti i collaboratori necessari per garantire sempre lo standard di informazione che amiamo, ma non sono sufficienti per coprire i costi de ilfattoquotidiano.it.

Se ci leggi e ti piace quello che leggi puoi aiutarci a continuare il nostro lavoro per il prezzo di un cappuccino alla settimana.

Grazie,
Peter Gomez

Articolo Precedente

Don Biancalani, nuove minacce al prete dei migranti: “Niente pietà per i traditori della patria, vi ammazzeremo tutti”

prev
Articolo Successivo

Treviso, baby gang terrorizza treno. Sputi in faccia e minacce agli altri passeggeri

next