È partito il conto alla rovescia per per l’eclissi totale di Sole. Un corridoio d’ombra che attraverserà gli Stati Uniti da costa a costa. Il fenomeno, che negli Usa non si verifica dal 7 marzo 1970, sarà comunque visibile in tutto il Paese: nella peggiore dei casi sarà oscurata più della metà del sole. Nell’Europa nord-occidentale l’eclissi sarà visibile solo parzialmente in serata, mentre Islanda, Scozia e Irlanda potranno ammirarla dall’inizio alla fine.

Sostieni ilfattoquotidiano.it: il tuo contributo è fondamentale

Il tuo sostegno ci aiuta a garantire la nostra indipendenza e ci permette di continuare a produrre un giornalismo online di qualità e aperto a tutti, senza paywall. Il tuo contributo è fondamentale per il nostro futuro.
Diventa anche tu Sostenitore

Grazie, Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Eclissi totale, per noi l’ultima nel 1961. Gli italiani col naso all’insù e la crocifissione del film ‘Barabba’ girata in quei due minuti

next
Articolo Successivo

Eclissi solare totale, dall’Oregon al South Carolina. Ma per vederla in Italia bisognerà aspettare il 2081

next