“Spray al peperoncino contro adulti e bambini anche mentre dormono”. L’associazione Human Right Watch, in uno dei suoi report periodici, denuncia il comportamento della polizia francese nell’area di Calais. Le forze dell’ordine, si legge, compiono “regolarmente” abusi e violenze ai danni di migranti e richiedenti asilo. Ma non solo, le autorità sono accusate di “chiudere gli occhi di fronte alle denunce”.

È soprattutto nell’area di Calais che l’organizzazione parla di casi in cui è stato usato “spray al peperoncino contro adulti e bambini” anche “mentre dormono o comunque in situazioni in cui non rappresentano una minaccia”. Le forze dell’ordine francesi, hanno accusato gli attivisti, “confiscano abitualmente sacchi a pelo, coperte e vestiti” con lo scopo di forzare i migranti ad allontanarsi dalla zona. La relazione si basa sulle testimonianze di 60 richiedenti asilo e migranti a Calais e Dunkerque, tra cui 31 minori non accompagnati, raccolte nei mesi di giugno e luglio 2017.

Sostieni ilfattoquotidiano.it ABBIAMO DAVVERO BISOGNO
DEL TUO AIUTO.

Per noi gli unici padroni sono i lettori.
Ma chi ci segue deve contribuire perché noi, come tutti, non lavoriamo gratis. Diventa anche tu Sostenitore. CLICCA QUI
Grazie Peter Gomez

Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Migranti, Ong contestano codice proposto dal Viminale. Sea Watch: “Va contro leggi marittime e convenzione di Ginevra”

next
Articolo Successivo

Patrizia Prestipino? Non solo difesa della razza, anche gay uguale femmina

next