“Un grande giorno per Roma e i romani: sono orgogliosa di conferire la cittadinanza onoraria della Capitale d’Italia ad Antonino Di Matteo“. Così la sindaca di Roma Virginia Raggi sui social network nel giorno del conferimento della cittadinanza onoraria al pm antimafia che ha accolto il riconoscimento con un discorso sul pericolo che ancora oggi e sempre di più rappresenta oggi la mafia, in relazione sempre più stretta con la politica e le istituzioni.

“La sua nuova città sta uscendo da periodo oscuro con malavita e politica che hanno banchettato a lungo”. Così la sindaca di Roma Virginia Raggi durante la cerimonia per il conferimento della cittadinanza onoraria al magistrato Antonino Di Matteo: “Non episodi di comune cronaca ma orrenda storia sulla pelle dei romani, che oggi una sentenza del tribunale ha accertato come reale – prosegue Raggi -. In tanti, troppi nella politica si nascondono dietro il mancato riconoscimento dell’associazione mafiosa, dietro a quell’organizzazione trasversale che ha spolpato la città: un atteggiamento che francamente ci spaventa molto”
close

Prima di continuare

Se sei qui è evidente che apprezzi il nostro giornalismo. Come sai un numero sempre più grande di persone legge Ilfattoquotidiano.it senza dover pagare nulla. L’abbiamo deciso perché siamo convinti che tutti i cittadini debbano poter ricevere un’informazione libera ed indipendente.

Purtroppo il tipo di giornalismo che cerchiamo di offrirti richiede tempo e molto denaro. I ricavi della pubblicità ci aiutano a pagare tutti i collaboratori necessari per garantire sempre lo standard di informazione che amiamo, ma non sono sufficienti per coprire i costi de ilfattoquotidiano.it.

Se ci leggi e ti piace quello che leggi puoi aiutarci a continuare il nostro lavoro per il prezzo di un cappuccino alla settimana.

Grazie,
Peter Gomez

Articolo Precedente

Roma, il discorso motivazionale della Raggi agli eletti M5S: “Un anno durissimo. Ora è il tempo di osare”

prev
Articolo Successivo

Pisapia annulla l’incontro con Speranza: “No alla politica con la testa all’indietro”. Mdp: “L’ex sindaco è ambiguo su Renzi”

next