Rocco Siffredi? Io continuo a fare una battaglia sulla pornografia abbastanza netta. Ha ragione Susanna Messaggio quando dice che l’attrice hard Malena ha dei problemi affettivi legati al passato. La stessa cosa vale per Rocco Siffredi: ha problemi psicologici forti, lo ammise anche lui”. Lo afferma ai microfoni di Ecg Regione (Radio Cusano Campus) il leader del Popolo della Famiglia, Mario Adinolfi, che poi si lancia in un monologo veemente contro lo sfruttamento del corpo femminile: “Trasformare il corpo della donna in oggetto commerciale di consumo, sia esso nella logica di Monica Cirinnà con l’utero in affitto, sia esso nella logica di Malena e di Rocco Siffredi, è un crimine verso l’umanità. Se siamo indifferenti a questo, siamo dei barbari“. L’ex parlamentare Pd contesta anche la proposta della legalizzazione della prostituzione avanzata da Lega e Fratelli d’Italia: “A parte che i leghisti fanno questa campagna affidandosi a una come Efe Bal, ma i due partiti propongono la partita Iva per le prostitute. Questo vuol dire che se mia figlia Livia, che ha 21 anni, si stancasse di fare Scienze Politiche, potrebbe venire da me e dirmi: ‘Caro papà, poiché lo Stato tra tante opzioni mi propone di aprire la partita Iva da avvocato, la partita Iva da giornalista e la partita Iva da troia, lo sai che c’è? Visto che la partita Iva da troia mi rende molto di più, me la apro’. E’ la stessa storia della legalizzazione delle droghe“. Adinolfi poi annuncia di aver rinunciato alla proposta di partecipare al reality show L’Isola dei Famosi: “L’idea è partita da Simona Ventura, che ringrazio. Ma rifiutai già la partecipazione nel 2008 a un altro reality show, La Talpa, dove mi offrirono una vagonata di quattrini. Faticosamente dissi no, tanto che all’inizio accettai, ma il giorno dello shooting ufficiale non mi presentai, perché mia moglie Silvia mi convinse a rinunciare. All’Isola dei famosi ci sono bei sederi femminili? Un bel sedere ce l’ha mia moglie e va bene così. Sarebbe un’occasione per mettermi a dieta? Non me ne frega un cazzo di dimagrire. Sono già bellissimo così

Sostieni ilfattoquotidiano.it: mai come in questo momento abbiamo bisogno di te.

In queste settimane di pandemia noi giornalisti, se facciamo con coscienza il nostro lavoro, svolgiamo un servizio pubblico. Anche per questo ogni giorno qui a ilfattoquotidiano.it siamo orgogliosi di offrire gratuitamente a tutti i cittadini centinaia di nuovi contenuti: notizie, approfondimenti esclusivi, interviste agli esperti, inchieste, video e tanto altro. Tutto questo lavoro però ha un grande costo economico. La pubblicità, in un periodo in cui l'economia è ferma, offre dei ricavi limitati. Non in linea con il boom di accessi. Per questo chiedo a chi legge queste righe di sostenerci. Di darci un contributo minimo, pari al prezzo di un cappuccino alla settimana, fondamentale per il nostro lavoro.
Diventate utenti sostenitori cliccando qui.
Grazie Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili