Rocco Casalino? E’ un mio vecchio amico, ma dovrebbe chiamarmi per ringraziarmi. L’ho aiutato, gli ho dato consigli e lui li ha seguiti. E’ stato tenace, ma non riconoscente“. Sono le parole pronunciate ai microfoni di Ecg Regione (Radio Cusano Campus) dall’ex direttore del Tg4, Emilio Fede, che svela la sua antica amicizia con l’attuale responsabile della Comunicazione del M5S, Rocco Casalino. “Quando è uscito dal Grande Fratello” – continua – “sono stato un ‘fratellastro’ per lui. Casalino è simpatico, ha avuto la fortuna di diventare uno dei vertici del M5S, perché è bravo, sta al posto suo e non pesta i piedi a nessuno. Però, basta con Casalino, parliamo d’altro”. Qualche secondo dopo, però, Fede ci ripensa e prosegue: “Le posizioni politiche di Casalino? Era di centrodestra e di centrosinistra. Con me è sempre stato gentile e cortese. Il suo segreto è stato riuscire a tenere il passo, sempre un passo dietro o un passo di fianco a Beppe Grillo

close

Prima di continuare

Se sei qui è evidente che apprezzi il nostro giornalismo. Come sai un numero sempre più grande di persone legge Ilfattoquotidiano.it senza dover pagare nulla. L’abbiamo deciso perché siamo convinti che tutti i cittadini debbano poter ricevere un’informazione libera ed indipendente.

Purtroppo il tipo di giornalismo che cerchiamo di offrirti richiede tempo e molto denaro. I ricavi della pubblicità ci aiutano a pagare tutti i collaboratori necessari per garantire sempre lo standard di informazione che amiamo, ma non sono sufficienti per coprire i costi de ilfattoquotidiano.it.

Se ci leggi e ti piace quello che leggi puoi aiutarci a continuare il nostro lavoro per il prezzo di un cappuccino alla settimana.

Grazie,
Peter Gomez

Sei arrivato fin qui

Se sei qui è evidente che apprezzi il nostro giornalismo. Come sai un numero sempre più grande di persone legge Ilfattoquotidiano.it senza dover pagare nulla. L’abbiamo deciso perché siamo convinti che tutti i cittadini debbano poter ricevere un’informazione libera ed indipendente.

Purtroppo il tipo di giornalismo che cerchiamo di offrirti richiede tempo e molto denaro. I ricavi della pubblicità non sono sufficienti per coprire i costi de ilfattoquotidiano.it e pagare tutti i collaboratori necessari per garantire sempre lo standard di informazione che amiamo.

Se ci leggi e ti piace quello che leggi puoi però aiutarci a continuare il nostro lavoro per il prezzo di un cappuccino alla settimana.

Grazie,
Peter Gomez

Diventa Sostenitore
Articolo Precedente

Governo non eletto? E’ solo un equivoco terminologico

prev
Articolo Successivo

Dovevo votare Sì: Renzi, Fantozzi e la Silvani in ‘Questo è il Pd!’

next