“Quando un giocatore è sul mercato è nostro dovere provarci”. Così Beppe Marotta, l’amministratore delegato della Juventus, commenta il caso Donnarumma e rende noto – ai microfoni della Gazzetta dello Sport –  l’interesse della società bianconera nei confronti del giovane talento campano. Occasione ghiotta per la Vecchia Signora che potrebbe quindi mettere in stand-by l’acquisto del romanista Wojciech Szczęsny per giocare la carta ‘Gigio’ per il post ‘Gigi’ Buffon, pur negando di essere stata la causa diretta del mancato rinnovo del calciatore con la società rossonera.

Una decisione, quella dell’ormai ex portiere rossonero, che diviene il sintomo del profondo mutamento nella gestione dei contratti e nella pianificazione della carriera delle nuove leve calcistiche, sempre più affiancate, negli ultimi anni, da figure di professionisti  Mino Raiola in questo caso – a tutela, o forse no, dei loro interessi. “Per le società è sempre più difficile gestire queste situazioni – continua l’a.d bianconero – Siamo di fronte a un cambiamento radicale della figura del giovane calciatore: oggi hanno dei professionisti vicino e cominciano subito a programmare la loro carriera, anche in contrapposizione con le società che li hanno cresciuti”.

Immediata la reazione del web alle parole di Marotta. Tra commenti sarcastici e amareggiati gli occhi – e i cinguettii –  dei social sono tutti puntati sul futuro del giovane portiere. Sarà in bianconero? Marotta non conferma ma nemmeno smetisce.

 

close

Prima di continuare

Se sei qui è evidente che apprezzi il nostro giornalismo. Come sai un numero sempre più grande di persone legge Ilfattoquotidiano.it senza dover pagare nulla. L’abbiamo deciso perché siamo convinti che tutti i cittadini debbano poter ricevere un’informazione libera ed indipendente.

Purtroppo il tipo di giornalismo che cerchiamo di offrirti richiede tempo e molto denaro. I ricavi della pubblicità ci aiutano a pagare tutti i collaboratori necessari per garantire sempre lo standard di informazione che amiamo, ma non sono sufficienti per coprire i costi de ilfattoquotidiano.it.

Se ci leggi e ti piace quello che leggi puoi aiutarci a continuare il nostro lavoro per il prezzo di un cappuccino alla settimana.

Grazie,
Peter Gomez

Articolo Precedente

Donnarumma via dal Milan? L’ambizione di Gigio, la rabona del ‘villano’ Raiola e la magra figura di un povero Diavolo

next
Articolo Successivo

Il riscatto del Parma Calcio: dal crac alla Serie B in due anni. I festeggiamenti dei tifosi per la promozione

next