Antonio Ferrari è il nuovo sindaco di Parzanica. Il comune bergamasco con meno di 400 abitanti ha eletto come primo cittadino il candidato del Movimento 5 Stelle che, con il 57,35% dei voti, supera Giovanni Danesi della lista Parzanica Unita. Il geometra in pensione, classe 1947, è il primo sindaco grillino della provincia di Bergamo e si era fatto notare durante la campagna elettorale per uno slogan sui generis.

“Il Movimento 5 Stelle mi ha dato massima fiducia dopo aver visto il lavoro fatto negli ultimi cinque anni all’opposizione. La squadra che lavorerà con me è già decisa – commenta il neo sindaco a Bergamo News – Sono pronto a dare una mano ai cittadini di Parzanica che mi hanno scelto come loro nuovo sindaco. Sono felice, amo tantissimo questa gente e questo paese“.

Tre mesi fa Ferrari era stato vittima di un brutto incidente, che lo aveva costretto in un letto d’ospedale per settimane. Dopo 19 giorni in coma, il risveglio e la riabilitazione. “Dovevo rimettermi in piedi per le elezioni, non avevo altra scelta – commenta il nuovo sindaco di Parzanica – Lo dovevo per la gente di questo paese che amo tanto, per la quale adesso voglio dare tutto me stesso. Per me questa vittoria è una nuova rinascita“.

La vittoria del candidato grillino non è passata inosservata. A sottolinearla è il senatore Vito Crimi che, nel proprio profilo Facebook, riesce a trovare un motivo di soddisfazione in queste amministrative prive di gioie per il Movimento, fuori dai ballottaggi in tutte le grandi città. “Parzanica, piccolo comune bergamasco, meno di 400 abitanti e un sindaco 5 Stelle”, scrive il parlamentare.

close

Prima di continuare

Se sei qui è evidente che apprezzi il nostro giornalismo. Come sai un numero sempre più grande di persone legge Ilfattoquotidiano.it senza dover pagare nulla. L’abbiamo deciso perché siamo convinti che tutti i cittadini debbano poter ricevere un’informazione libera ed indipendente.

Purtroppo il tipo di giornalismo che cerchiamo di offrirti richiede tempo e molto denaro. I ricavi della pubblicità ci aiutano a pagare tutti i collaboratori necessari per garantire sempre lo standard di informazione che amiamo, ma non sono sufficienti per coprire i costi de ilfattoquotidiano.it.

Se ci leggi e ti piace quello che leggi puoi aiutarci a continuare il nostro lavoro per il prezzo di un cappuccino alla settimana.

Grazie,
Peter Gomez

Articolo Precedente

Elezioni amministrative 2017: caro Grillo, la fiducia è una cosa seria, si dà alle cose serie

prev
Articolo Successivo

Elezioni amministrative 2017, flop M5s. Non c’è vaccino contro il voto dei cittadini

next