Antonio Ferrari è il nuovo sindaco di Parzanica. Il comune bergamasco con meno di 400 abitanti ha eletto come primo cittadino il candidato del Movimento 5 Stelle che, con il 57,35% dei voti, supera Giovanni Danesi della lista Parzanica Unita. Il geometra in pensione, classe 1947, è il primo sindaco grillino della provincia di Bergamo e si era fatto notare durante la campagna elettorale per uno slogan sui generis.

“Il Movimento 5 Stelle mi ha dato massima fiducia dopo aver visto il lavoro fatto negli ultimi cinque anni all’opposizione. La squadra che lavorerà con me è già decisa – commenta il neo sindaco a Bergamo News – Sono pronto a dare una mano ai cittadini di Parzanica che mi hanno scelto come loro nuovo sindaco. Sono felice, amo tantissimo questa gente e questo paese“.

Tre mesi fa Ferrari era stato vittima di un brutto incidente, che lo aveva costretto in un letto d’ospedale per settimane. Dopo 19 giorni in coma, il risveglio e la riabilitazione. “Dovevo rimettermi in piedi per le elezioni, non avevo altra scelta – commenta il nuovo sindaco di Parzanica – Lo dovevo per la gente di questo paese che amo tanto, per la quale adesso voglio dare tutto me stesso. Per me questa vittoria è una nuova rinascita“.

La vittoria del candidato grillino non è passata inosservata. A sottolinearla è il senatore Vito Crimi che, nel proprio profilo Facebook, riesce a trovare un motivo di soddisfazione in queste amministrative prive di gioie per il Movimento, fuori dai ballottaggi in tutte le grandi città. “Parzanica, piccolo comune bergamasco, meno di 400 abitanti e un sindaco 5 Stelle”, scrive il parlamentare.

Il Fatto di Domani - Ogni sera il punto della giornata con le notizie più importanti pubblicate sul Fatto.

ISCRIVITI

Sostieni ilfattoquotidiano.it: mai come in questo momento abbiamo bisogno di te.

In queste settimane di pandemia noi giornalisti, se facciamo con coscienza il nostro lavoro, svolgiamo un servizio pubblico. Anche per questo ogni giorno qui a ilfattoquotidiano.it siamo orgogliosi di offrire gratuitamente a tutti i cittadini centinaia di nuovi contenuti: notizie, approfondimenti esclusivi, interviste agli esperti, inchieste, video e tanto altro. Tutto questo lavoro però ha un grande costo economico. La pubblicità, in un periodo in cui l'economia è ferma, offre dei ricavi limitati. Non in linea con il boom di accessi. Per questo chiedo a chi legge queste righe di sostenerci. Di darci un contributo minimo, pari al prezzo di un cappuccino alla settimana, fondamentale per il nostro lavoro.
Diventate utenti sostenitori cliccando qui.
Grazie Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Elezioni amministrative 2017: caro Grillo, la fiducia è una cosa seria, si dà alle cose serie

next
Articolo Successivo

Elezioni amministrative 2017, flop M5s. Non c’è vaccino contro il voto dei cittadini

next