“L’emendamento era solo una scusa del Pd non finire sotto sulle preferenze. Per me oggi la legislatura è finita“. Lo ha detto il vicepresidente della Camera, Luigi Di Maio, che a poche ore dalla votazione del cosiddetto emendamento Biancofiore che ha affossato la legge elettorale, è stato intervistato da Corrado Formigli negli studi di  PiazzaPulita. “Io ci avevo messo la faccia su questo accordo – ha ammesso il deputato M5s – per me ora si deve andare a votare, perché non penso che questi partiti possano realizzare una legge elettorale“.

Sostieni ilfattoquotidiano.it: se credi nelle nostre battaglie, combatti con noi!

Sostenere ilfattoquotidiano.it vuol dire due cose: permetterci di continuare a pubblicare un giornale online ricco di notizie e approfondimenti, gratuito per tutti. Ma anche essere parte attiva di una comunità e fare la propria parte per portare avanti insieme le battaglie in cui crediamo con idee, testimonianze e partecipazione. Il tuo contributo è fondamentale. Sostieni ora

Grazie, Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Elezioni Uk, durante la maratona Mentana accade l’imprevedibile. “Il nostro momento Mr. Bean”

next
Articolo Successivo

Renzi e Grillo, l’opinione di Mario Monti: “Il primo non è di sinistra, il secondo non è affidabile. Sempre detto”

next