Un gruppo di militanti di Avanguardia nazionale, realtà di estrema destra, si è ritrovato il 20 maggio al cimitero Maggiore di Milano per commemorare il 40esimo anniversario della uccisione di Salvatore Umberto Vivirito, rapinatore appartenente al movimento fascista ucciso in una sparatoria dopo un colpo in una gioielleria il 19 maggio 1977. A celebrare la cerimonia, con tanto di saluto romano, c’era don Orlando Amendola, sacerdote del campo X del cimitero, già noto per essere simpatizzante delle organizzazioni neofasciste. Il video è stato diffuso su Youtube da Ugo Maria Tassinari, e sul sito Fascinazione.

 

Sostieni ilfattoquotidiano.it: mai come in questo momento abbiamo bisogno di te.

In queste settimane di pandemia noi giornalisti, se facciamo con coscienza il nostro lavoro, svolgiamo un servizio pubblico. Anche per questo ogni giorno qui a ilfattoquotidiano.it siamo orgogliosi di offrire gratuitamente a tutti i cittadini centinaia di nuovi contenuti: notizie, approfondimenti esclusivi, interviste agli esperti, inchieste, video e tanto altro. Tutto questo lavoro però ha un grande costo economico. La pubblicità, in un periodo in cui l'economia è ferma, offre dei ricavi limitati. Non in linea con il boom di accessi. Per questo chiedo a chi legge queste righe di sostenerci. Di darci un contributo minimo, pari al prezzo di un cappuccino alla settimana, fondamentale per il nostro lavoro.
Diventate utenti sostenitori cliccando qui.
Grazie Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili

MANI PULITE 25 ANNI DOPO

di Gianni Barbacetto ,Marco Travaglio ,Peter Gomez 12€ Acquista
Articolo Precedente

Autobus e ritardi, a Roma non Memovo

next
Articolo Successivo

Reggio Calabria, don Giorgio esce dal coma. Arrestato presunto aggressore, ha 25 anni

next