Dopo quattro anni dall’abbandono e a un anno dall’assegnazione del bando per la gestione della sala,  il cinema Troisi apre le porte per un “open day” durante il quale è stato presentato il progetto architettonico di ristrutturazione della sala che sorge nel cuore di Trastevere. Ad accogliere gli “ospiti” sono stati i ragazzi del Piccolo Cinema America, vincitori del bando. “L’amministrazione comunale  – spiegano – ha messo a bando la sala senza le carte, senza certificazioni e l’agibilità e con una marea di abusi edilizi. L’abbiamo scoperto dopo. Quindi dei ragazzi tra i 15 ai 25 anni si devono occupare di ridare legalità laddove l’amministrazione comunale l’ha persa. Dovevano darcela pronta all’uso e invece dovremo fare dei lavori di ristrutturazione straordinaria”

Sostieni ilfattoquotidiano.it: mai come in questo momento abbiamo bisogno di te

In questi tempi difficili e straordinari, è fondamentale garantire un'informazione di qualità. Per noi de ilfattoquotidiano.it gli unici padroni sono i lettori. A differenza di altri, vogliamo offrire un giornalismo aperto a tutti, senza paywall. Il tuo contributo è fondamentale per permetterci di farlo. Diventa anche tu Sostenitore

Grazie, Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Ucraina, Kiev chiede estradizione per la Carovana Antifascista: “Sono andati nel Donbass, è terrorismo”

next
Articolo Successivo

Cnr, indagato il direttore generale Di Bitetto: “Associazione a delinquere finalizzata a peculato”

next