Dopo quattro anni dall’abbandono e a un anno dall’assegnazione del bando per la gestione della sala,  il cinema Troisi apre le porte per un “open day” durante il quale è stato presentato il progetto architettonico di ristrutturazione della sala che sorge nel cuore di Trastevere. Ad accogliere gli “ospiti” sono stati i ragazzi del Piccolo Cinema America, vincitori del bando. “L’amministrazione comunale  – spiegano – ha messo a bando la sala senza le carte, senza certificazioni e l’agibilità e con una marea di abusi edilizi. L’abbiamo scoperto dopo. Quindi dei ragazzi tra i 15 ai 25 anni si devono occupare di ridare legalità laddove l’amministrazione comunale l’ha persa. Dovevano darcela pronta all’uso e invece dovremo fare dei lavori di ristrutturazione straordinaria”

close

Prima di continuare

Se sei qui è evidente che apprezzi il nostro giornalismo. Come sai un numero sempre più grande di persone legge Ilfattoquotidiano.it senza dover pagare nulla. L’abbiamo deciso perché siamo convinti che tutti i cittadini debbano poter ricevere un’informazione libera ed indipendente.

Purtroppo il tipo di giornalismo che cerchiamo di offrirti richiede tempo e molto denaro. I ricavi della pubblicità ci aiutano a pagare tutti i collaboratori necessari per garantire sempre lo standard di informazione che amiamo, ma non sono sufficienti per coprire i costi de ilfattoquotidiano.it.

Se ci leggi e ti piace quello che leggi puoi aiutarci a continuare il nostro lavoro per il prezzo di un cappuccino alla settimana.

Grazie,
Peter Gomez

Articolo Precedente

Ucraina, Kiev chiede estradizione per la Carovana Antifascista: “Sono andati nel Donbass, è terrorismo”

prev
Articolo Successivo

Cnr, indagato il direttore generale Di Bitetto: “Associazione a delinquere finalizzata a peculato”

next