‘Medici Senza Frontiere’ è indignata davanti alle ultime polemiche. Tutto ciò che facciamo in mare è del tutto trasparente e tracciabile, non abbiamo nulla da nascondere”. Così Stefano Argenziano, operazione coordinator di Medici Senza Frontiere, in una conferenza stampa alla Camera, intervenendo sulle polemiche degli ultimi giorni sugli interventi in mare da parte delle Ong. “Non ci sono prove, neanche indiziali – dice ancora – contro di noi. Non siamo noi che dobbiamo essere messi sul banco degli imputati, sono le politiche europee che non sono state in grado di creare un sistema funzionante per salvare i naufraghi del mar Mediterraneo”

Sostieni ilfattoquotidiano.it: se credi nelle nostre battaglie, combatti con noi!

Sostenere ilfattoquotidiano.it vuol dire due cose: permetterci di continuare a pubblicare un giornale online ricco di notizie e approfondimenti, gratuito per tutti. Ma anche essere parte attiva di una comunità e fare la propria parte per portare avanti insieme le battaglie in cui crediamo con idee, testimonianze e partecipazione. Il tuo contributo è fondamentale. Sostieni ora

Grazie, Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

L’Arabia Saudita entra nella commissione Onu sulle donne. Veramente

next
Articolo Successivo

Dj Fabo, la Procura chiede l’archiviazione per Cappato: “Fu aiuto a esercitare diritto alla dignità. Suicidio assistito non viola diritto a vita”

next