“È chiaro che non si potranno consumare prodotti che non sono leciti nel nostro paese”. Il sindaco di Milano, Giuseppe Sala interviene così sulle polemiche per l’HempFest di Milano, ovvero quello che gli organizzatori definiscono il “primo, ufficiale e unico cannabis day italiano”. La manifestazione si terrà al Lambretto Studios in zona Lambrate il 20 aprile. Ci saranno incontri sulla legislazione italiana in materia di marijuana, musica, cibo a tema. E anche corsi di coltivazione della canapa industriale e di coltivazione indoor per scopi terapeutici, a cui prenderà parte la deputata del M5s Loredana Lupo. Le proteste sono arrivate fino in comune, dove sono insorti i consiglieri del centrodestra. “Prima di dire no in maniera assoluta, bisogna capire il senso della cosa”, dice Sala. Prima si ammettersi di essersi fatto qualche canna in passato: “Sono stato giovane anch’io”.

Sostieni ilfattoquotidiano.it ABBIAMO BISOGNO
DEL TUO AIUTO.

Per noi gli unici padroni sono i lettori.
Ma chi ci segue deve contribuire, se vuole continuare ad avere un'informazione di qualità. Diventa anche tu Sostenitore. CLICCA QUI
Grazie Peter Gomez

Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Caso firme false Palermo, anche l’imputata Mannino si autosospende dal gruppo M5s alla Camera

next
Articolo Successivo

Milano, parata di ultradestra per i morti di Salò. Anpi: “Provocazione”. Sala: “Serve buonsenso, vigileremo”

next