“È chiaro che non si potranno consumare prodotti che non sono leciti nel nostro paese”. Il sindaco di Milano, Giuseppe Sala interviene così sulle polemiche per l’HempFest di Milano, ovvero quello che gli organizzatori definiscono il “primo, ufficiale e unico cannabis day italiano”. La manifestazione si terrà al Lambretto Studios in zona Lambrate il 20 aprile. Ci saranno incontri sulla legislazione italiana in materia di marijuana, musica, cibo a tema. E anche corsi di coltivazione della canapa industriale e di coltivazione indoor per scopi terapeutici, a cui prenderà parte la deputata del M5s Loredana Lupo. Le proteste sono arrivate fino in comune, dove sono insorti i consiglieri del centrodestra. “Prima di dire no in maniera assoluta, bisogna capire il senso della cosa”, dice Sala. Prima si ammettersi di essersi fatto qualche canna in passato: “Sono stato giovane anch’io”.

close

Prima di continuare

Se sei qui è evidente che apprezzi il nostro giornalismo. Come sai un numero sempre più grande di persone legge Ilfattoquotidiano.it senza dover pagare nulla. L’abbiamo deciso perché siamo convinti che tutti i cittadini debbano poter ricevere un’informazione libera ed indipendente.

Purtroppo il tipo di giornalismo che cerchiamo di offrirti richiede tempo e molto denaro. I ricavi della pubblicità ci aiutano a pagare tutti i collaboratori necessari per garantire sempre lo standard di informazione che amiamo, ma non sono sufficienti per coprire i costi de ilfattoquotidiano.it.

Se ci leggi e ti piace quello che leggi puoi aiutarci a continuare il nostro lavoro per il prezzo di un cappuccino alla settimana.

Grazie,
Peter Gomez

Sei arrivato fin qui

Se sei qui è evidente che apprezzi il nostro giornalismo. Come sai un numero sempre più grande di persone legge Ilfattoquotidiano.it senza dover pagare nulla. L’abbiamo deciso perché siamo convinti che tutti i cittadini debbano poter ricevere un’informazione libera ed indipendente.

Purtroppo il tipo di giornalismo che cerchiamo di offrirti richiede tempo e molto denaro. I ricavi della pubblicità non sono sufficienti per coprire i costi de ilfattoquotidiano.it e pagare tutti i collaboratori necessari per garantire sempre lo standard di informazione che amiamo.

Se ci leggi e ti piace quello che leggi puoi però aiutarci a continuare il nostro lavoro per il prezzo di un cappuccino alla settimana.

Grazie,
Peter Gomez

Diventa Sostenitore
Articolo Precedente

Consip, Scanzi vs Sallusti: “Se fosse per il tuo giornale, non commenteremmo notizie ma parleremmo di subbuteo e di burraco”

prev
Articolo Successivo

Milano, parata di ultradestra per i morti di Salò. Anpi: “Provocazione”. Sala: “Serve buonsenso, vigileremo”

next