Una sala cinematografica da 100 posti, temporanea ma con attrezzature modernissime, dove tornare, almeno per due ore, alla normalità. È il “regalo” per Amatrice, come lo definisce il sindaco Sergio Pirozzi, inaugurato oggi dal ministro di Beni culturali e Turismo, Dario Franceschini, dal presidente dell’Anica Francesco Rutelli e dall’amministratore delegato di Rai Cinema, Paolo Del Brocco. “Un gesto simbolico ma concreto – ha commentato il ministro – perché qui si tratta di ricostruire edifici, ma anche di riportare la vita”. Primo spettacolo, sabato, con Lasciati andare di Francesco Amato con Toni Servillo. E si proseguirà con altri 10 titoli, da La pazza gioia a La La Land.

Sostieni ilfattoquotidiano.it: mai come in questo momento abbiamo bisogno di te.

In queste settimane di pandemia noi giornalisti, se facciamo con coscienza il nostro lavoro, svolgiamo un servizio pubblico. Anche per questo ogni giorno qui a ilfattoquotidiano.it siamo orgogliosi di offrire gratuitamente a tutti i cittadini centinaia di nuovi contenuti: notizie, approfondimenti esclusivi, interviste agli esperti, inchieste, video e tanto altro. Tutto questo lavoro però ha un grande costo economico. La pubblicità, in un periodo in cui l'economia è ferma, offre dei ricavi limitati. Non in linea con il boom di accessi. Per questo chiedo a chi legge queste righe di sostenerci. Di darci un contributo minimo, pari al prezzo di un cappuccino alla settimana, fondamentale per il nostro lavoro.
Diventate utenti sostenitori cliccando qui.
Grazie Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Monza, l’irruzione di Casapound in consiglio comunale: “Basta profughi. Italiani estranei in casa loro”

next
Articolo Successivo

Picchia la figlia perché non vuole portare al velo: “Non riusciva a camminare”. Lui arrestato, lei in un centro protetto

next