Una sala cinematografica da 100 posti, temporanea ma con attrezzature modernissime, dove tornare, almeno per due ore, alla normalità. È il “regalo” per Amatrice, come lo definisce il sindaco Sergio Pirozzi, inaugurato oggi dal ministro di Beni culturali e Turismo, Dario Franceschini, dal presidente dell’Anica Francesco Rutelli e dall’amministratore delegato di Rai Cinema, Paolo Del Brocco. “Un gesto simbolico ma concreto – ha commentato il ministro – perché qui si tratta di ricostruire edifici, ma anche di riportare la vita”. Primo spettacolo, sabato, con Lasciati andare di Francesco Amato con Toni Servillo. E si proseguirà con altri 10 titoli, da La pazza gioia a La La Land.

close

Prima di continuare

Se sei qui è evidente che apprezzi il nostro giornalismo. Come sai un numero sempre più grande di persone legge Ilfattoquotidiano.it senza dover pagare nulla. L’abbiamo deciso perché siamo convinti che tutti i cittadini debbano poter ricevere un’informazione libera ed indipendente.

Purtroppo il tipo di giornalismo che cerchiamo di offrirti richiede tempo e molto denaro. I ricavi della pubblicità ci aiutano a pagare tutti i collaboratori necessari per garantire sempre lo standard di informazione che amiamo, ma non sono sufficienti per coprire i costi de ilfattoquotidiano.it.

Se ci leggi e ti piace quello che leggi puoi aiutarci a continuare il nostro lavoro per il prezzo di un cappuccino alla settimana.

Grazie,
Peter Gomez

Articolo Precedente

Monza, l’irruzione di Casapound in consiglio comunale: “Basta profughi. Italiani estranei in casa loro”

prev
Articolo Successivo

Picchia la figlia perché non vuole portare al velo: “Non riusciva a camminare”. Lui arrestato, lei in un centro protetto

next