Marine Le Pen? Trovo complicata una sua vittoria, la maggioranza dei francesi non sta con lei e alla fine non vuole uscire dall’Europa”. Ai microfoni de Ilfattoquotidiano.it, è l’ex premier e presidente della Fondazione Italiani europei Massimo D’Alema a rivendicare come in vista delle Presidenziali francesi sia necessario “arginare l’estrema destra del Front National”. “Meglio votare Macron dato che il candidato socialista Hamon rischia di restare fuori dal ballottaggio? Macron è certamente un democratico ed europeista, poi tocca capire che maggioranza farà, se con il centrodestra o con il centrosinistra. Io appoggio Hamon,i sondaggi sbagliano”, ha poi continuato l’ex Lìder Maximo. 

La crisi dei partiti socialdemocratici in tutta Europa è però un dato più che evidente nelle ultime tornate politiche: “Quanto ha pesato il fatto che i socialdemocratici abbiano sposato le ricette liberiste e governato per anni con i conservatori? Io credo che la sinistra debba tornare autonoma contro i populismi. Vedo che Schulz in Germania ha spostato l’Spd a sinistra, non a caso sta recuperando fino ad arrivare a un testa a testa con Angela Merkel”, ha continuato. Nessun commento invece, da parte di D’Alema, sulle vicende italiane: “In Italia Minzolini è stato salvato dal Senato con il voto del Pd? Io non mi occupo di questi temi”, ha tagliato corto. 

close

Prima di continuare

Se sei qui è evidente che apprezzi il nostro giornalismo. Come sai un numero sempre più grande di persone legge Ilfattoquotidiano.it senza dover pagare nulla. L’abbiamo deciso perché siamo convinti che tutti i cittadini debbano poter ricevere un’informazione libera ed indipendente.

Purtroppo il tipo di giornalismo che cerchiamo di offrirti richiede tempo e molto denaro. I ricavi della pubblicità ci aiutano a pagare tutti i collaboratori necessari per garantire sempre lo standard di informazione che amiamo, ma non sono sufficienti per coprire i costi de ilfattoquotidiano.it.

Se ci leggi e ti piace quello che leggi puoi aiutarci a continuare il nostro lavoro per il prezzo di un cappuccino alla settimana.

Grazie,
Peter Gomez

Sei arrivato fin qui

Se sei qui è evidente che apprezzi il nostro giornalismo. Come sai un numero sempre più grande di persone legge Ilfattoquotidiano.it senza dover pagare nulla. L’abbiamo deciso perché siamo convinti che tutti i cittadini debbano poter ricevere un’informazione libera ed indipendente.

Purtroppo il tipo di giornalismo che cerchiamo di offrirti richiede tempo e molto denaro. I ricavi della pubblicità non sono sufficienti per coprire i costi de ilfattoquotidiano.it e pagare tutti i collaboratori necessari per garantire sempre lo standard di informazione che amiamo.

Se ci leggi e ti piace quello che leggi puoi però aiutarci a continuare il nostro lavoro per il prezzo di un cappuccino alla settimana.

Grazie,
Peter Gomez

Diventa Sostenitore
Articolo Precedente

Biotestamento, Bagnasco: “La legge in discussione in Parlamento è radicalmente individualistica”

prev
Articolo Successivo

Minzolini, si può parlare di legalità dopo averlo salvato? Ma Grasso fa scena muta

next