Un uomo di 61 anni, John Edwards, si è fatto seppellire in una bara vicino a una chiesa di Belfast, nell’Irlanda del Nord, e lì è rimasto per tre giorni e tre notti. Una bara particolare, attrezzata di tutto l’occorrente per permettere all’uomo di trasmettere dirette sui social da sottoterra. Lo scopo dell’iniziativa lanciata da Edwards, ex tossicodipendente e alcolista, è quello di lanciare un messaggio a chi soffre, a chi si trova in depressione e con problemi legati all’ abuso di droghe e alcol.

close

Prima di continuare

Se sei qui è evidente che apprezzi il nostro giornalismo. Come sai un numero sempre più grande di persone legge Ilfattoquotidiano.it senza dover pagare nulla. L’abbiamo deciso perché siamo convinti che tutti i cittadini debbano poter ricevere un’informazione libera ed indipendente.

Purtroppo il tipo di giornalismo che cerchiamo di offrirti richiede tempo e molto denaro. I ricavi della pubblicità ci aiutano a pagare tutti i collaboratori necessari per garantire sempre lo standard di informazione che amiamo, ma non sono sufficienti per coprire i costi de ilfattoquotidiano.it.

Se ci leggi e ti piace quello che leggi puoi aiutarci a continuare il nostro lavoro per il prezzo di un cappuccino alla settimana.

Grazie,
Peter Gomez

Articolo Precedente

Europarlamento revoca l’immunità a Marine Le Pen per “pubblicazione di foto violente” su Twitter

prev
Articolo Successivo

Siria, Palmira strappata all’Isis per la seconda volta dall’esercito lealista di Assad

next