Un corteo di lavoratori ha attraversato Napoli, da piazza Mancini al palazzo della Prefettura, all’indomani della morte di Raffaele Vettorino. L’uomo, un lavoratore socialmente utile, aveva 62 anni ed è stato colpito da infarto ieri mattina, per inseguire un’auto che aveva travolto due colleghi, forzando il blocco stradale. Presente anche il sindaco di Napoli, Luigi De Magistris: “Quello che è accaduto ieri è inaccettabile. Porto la mia solidarietà ai lavoratori che lottano”. Al fianco degli Lsu le tre sigle sindacali Cgil, Cisl e Uil.

close

Prima di continuare

Se sei qui è evidente che apprezzi il nostro giornalismo. Come sai un numero sempre più grande di persone legge Ilfattoquotidiano.it senza dover pagare nulla. L’abbiamo deciso perché siamo convinti che tutti i cittadini debbano poter ricevere un’informazione libera ed indipendente.

Purtroppo il tipo di giornalismo che cerchiamo di offrirti richiede tempo e molto denaro. I ricavi della pubblicità ci aiutano a pagare tutti i collaboratori necessari per garantire sempre lo standard di informazione che amiamo, ma non sono sufficienti per coprire i costi de ilfattoquotidiano.it.

Se ci leggi e ti piace quello che leggi puoi aiutarci a continuare il nostro lavoro per il prezzo di un cappuccino alla settimana.

Grazie,
Peter Gomez

Articolo Precedente

Napoli, Carabinieri trovano nascondiglio con armi. Si entrava da botola telecomandata

prev
Articolo Successivo

Terremoto, Claudio Baglioni tra le macerie di Norcia. Porta assegno e canta “Strada facendo” con i bambini

next