Femen” scritto sul braccio e “No a Trump” sul seno. Tiffany Robson, 28 anni di Seattle, e Neda Topaloski, 30 anni di Montreal sono state fermate e allontanate dopo l’irruzione in topless in un seggio elettorale di Midtown, New York. Tra le scritte esibite sui corpi seminudi, anche “Trump, strizzati le palle!”, al grido di “Porta fuori le tue palle dai nostri seggi!”. Secondo il New York Post il topless non è reato a New York, mentre è certamente reato fare campagna elettorale (in questo caso per Hillary Clinton) a urne aperte

close

Prima di continuare

Se sei qui è evidente che apprezzi il nostro giornalismo. Come sai un numero sempre più grande di persone legge Ilfattoquotidiano.it senza dover pagare nulla. L’abbiamo deciso perché siamo convinti che tutti i cittadini debbano poter ricevere un’informazione libera ed indipendente.

Purtroppo il tipo di giornalismo che cerchiamo di offrirti richiede tempo e molto denaro. I ricavi della pubblicità ci aiutano a pagare tutti i collaboratori necessari per garantire sempre lo standard di informazione che amiamo, ma non sono sufficienti per coprire i costi de ilfattoquotidiano.it.

Se ci leggi e ti piace quello che leggi puoi aiutarci a continuare il nostro lavoro per il prezzo di un cappuccino alla settimana.

Grazie,
Peter Gomez

Articolo Precedente

Usa 2016, seggi aperti. Clinton vota a New York: ‘Grande responsabilità’. Trump: ‘Riconoscere sconfitta? Vedremo’

prev
Articolo Successivo

Elezioni Usa 2016, Hillary Clinton o Donald Trump? Così reagiranno i mercati finanziari

next