Una quindicina sono i cani e i gatti tratti in salvo in queste ore tra Norcia e le altre località del terremoto, si stima inoltre che circa 5.000 tra cani e gatti abbiano seguito i loro proprietati nelle tendopoli o negli alberghi messi a disposizione, mentre si pensa possa essere comunque alto (anche se non si conosce il dato preciso) il numero di animali vaganti sia cani ma sopratutto gatti scappati durante le scosse dei giorni scorsi. Si contano anche alcuni animali morti.

close

Prima di continuare

Se sei qui è evidente che apprezzi il nostro giornalismo. Come sai un numero sempre più grande di persone legge Ilfattoquotidiano.it senza dover pagare nulla. L’abbiamo deciso perché siamo convinti che tutti i cittadini debbano poter ricevere un’informazione libera ed indipendente.

Purtroppo il tipo di giornalismo che cerchiamo di offrirti richiede tempo e molto denaro. I ricavi della pubblicità ci aiutano a pagare tutti i collaboratori necessari per garantire sempre lo standard di informazione che amiamo, ma non sono sufficienti per coprire i costi de ilfattoquotidiano.it.

Se ci leggi e ti piace quello che leggi puoi aiutarci a continuare il nostro lavoro per il prezzo di un cappuccino alla settimana.

Grazie,
Peter Gomez

Articolo Precedente

Tina Anselmi, morta la “Tina vagante” della Dc. Dalla riforma sanitaria alla firma della 194. Contro le pressioni vaticane

prev
Articolo Successivo

Terremoto, il cane guaisce da sotto le macerie. I pompieri scavano a mano per salvarlo

next