“Lavorerà una commissione di inchiesta. Per ora un abbraccio ha chi ha perso il suo caro e ai familiari dei feriti. Dobbiamo fare il fretta per accertare responsabilità. Qui la natura c’entra molto poco. Chi ha la responsabilità deve portare la pena della responsabilità”. Così il viceministro alle Infrastrutture e ai trasporti, Riccardo Nencini, che ieri sera ha fatto un sopralluogo nella zona coinvolta dal crollo del cavalcavia, in provincia di Lecco, all’altezza di Annone Brianza, dove un tir è caduto sulla strada statale 36

Sostieni ilfattoquotidiano.it: mai come in questo momento abbiamo bisogno di te.

In queste settimane di pandemia noi giornalisti, se facciamo con coscienza il nostro lavoro, svolgiamo un servizio pubblico. Anche per questo ogni giorno qui a ilfattoquotidiano.it siamo orgogliosi di offrire gratuitamente a tutti i cittadini centinaia di nuovi contenuti: notizie, approfondimenti esclusivi, interviste agli esperti, inchieste, video e tanto altro. Tutto questo lavoro però ha un grande costo economico. La pubblicità, in un periodo in cui l'economia è ferma, offre dei ricavi limitati. Non in linea con il boom di accessi. Per questo chiedo a chi legge queste righe di sostenerci. Di darci un contributo minimo, pari al prezzo di un cappuccino alla settimana, fondamentale per il nostro lavoro.
Diventate utenti sostenitori cliccando qui.
Grazie Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Lecco, crollo cavalcavia, continua scaricabarile tra Anas e Provincia. E Nencini tira in ballo il referendum

next
Articolo Successivo

Lecco, il momento del crollo del cavalcavia ripreso in diretta da Anas

next