“Lavorerà una commissione di inchiesta. Per ora un abbraccio ha chi ha perso il suo caro e ai familiari dei feriti. Dobbiamo fare il fretta per accertare responsabilità. Qui la natura c’entra molto poco. Chi ha la responsabilità deve portare la pena della responsabilità”. Così il viceministro alle Infrastrutture e ai trasporti, Riccardo Nencini, che ieri sera ha fatto un sopralluogo nella zona coinvolta dal crollo del cavalcavia, in provincia di Lecco, all’altezza di Annone Brianza, dove un tir è caduto sulla strada statale 36

Sostieni ilfattoquotidiano.it: mai come in questo momento abbiamo bisogno di te

In questi tempi difficili e straordinari, è fondamentale garantire un'informazione di qualità. Per noi de ilfattoquotidiano.it gli unici padroni sono i lettori. A differenza di altri, vogliamo offrire un giornalismo aperto a tutti, senza paywall. Il tuo contributo è fondamentale per permetterci di farlo. Diventa anche tu Sostenitore

Grazie, Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Lecco, crollo cavalcavia, continua scaricabarile tra Anas e Provincia. E Nencini tira in ballo il referendum

next
Articolo Successivo

Lecco, il momento del crollo del cavalcavia ripreso in diretta da Anas

next