Ancora tensioni davanti alla mensa dell’Università di Bologna in Via Zamboni dove per il terzo giorno consecutivo una sessantina di giovani dei collettivi studenteschi hanno cercato di entrare nell’edificio per autoridursi il prezzo del pasto. Ci sono stati dei contatti e spintoni con le forze dell’ordine, tre le persone fermate. Nei giorni scorsi ci sono state altre situazioni di tensione e una persona era rimasta ferita. I collettivi sono ora davanti alla mensa a intonare i cori chiedendo il rilascio dei fermati

Oggi in Edicola - Ricevi ogni mattina alle 7.00 le notizie e gli approfondimenti del giorno. Solo per gli abbonati.

ISCRIVITI

Sostieni ilfattoquotidiano.it: mai come in questo momento abbiamo bisogno di te.

In queste settimane di pandemia noi giornalisti, se facciamo con coscienza il nostro lavoro, svolgiamo un servizio pubblico. Anche per questo ogni giorno qui a ilfattoquotidiano.it siamo orgogliosi di offrire gratuitamente a tutti i cittadini centinaia di nuovi contenuti: notizie, approfondimenti esclusivi, interviste agli esperti, inchieste, video e tanto altro. Tutto questo lavoro però ha un grande costo economico. La pubblicità, in un periodo in cui l'economia è ferma, offre dei ricavi limitati. Non in linea con il boom di accessi. Per questo chiedo a chi legge queste righe di sostenerci. Di darci un contributo minimo, pari al prezzo di un cappuccino alla settimana, fondamentale per il nostro lavoro.
Diventate utenti sostenitori cliccando qui.
Grazie Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Terremoto, il premier Renzi visita le aree colpite dal sisma. Diretta streaming

next
Articolo Successivo

Bitonto dopo Gorino: gli abitanti impediscono l’arrivo di 27 migranti. E a San Giuliano di Puglia è polemica per i 500 profughi nelle casette del sisma

next