Nuovi scontri fra collettivi e forze dell’ordine verso le 13 davanti alla mensa universitaria di piazza Puntoni a Bologna. Dopo le proteste di ieri, gli attivisti del Cua avevano in programma un flash-mob per continuare la protesta per il ‘caro mensa‘, ma hanno trovato la zona ancora presidiata da polizia e carabinieri. Ci sono due ‘contatti’, il primo con spintoni e il secondo con una breve carica, in mezzo un lancio di uova contro gli agenti schierati davanti all’ingresso della mensa. Dopo circa 20 minuti la tensione si è allentata: il collettivo ha inscenato un pranzo sociale nella piazza e dato appuntamento a un’altra iniziativa di protesta in programma domani

close

Prima di continuare

Se sei qui è evidente che apprezzi il nostro giornalismo. Come sai un numero sempre più grande di persone legge Ilfattoquotidiano.it senza dover pagare nulla. L’abbiamo deciso perché siamo convinti che tutti i cittadini debbano poter ricevere un’informazione libera ed indipendente.

Purtroppo il tipo di giornalismo che cerchiamo di offrirti richiede tempo e molto denaro. I ricavi della pubblicità ci aiutano a pagare tutti i collaboratori necessari per garantire sempre lo standard di informazione che amiamo, ma non sono sufficienti per coprire i costi de ilfattoquotidiano.it.

Se ci leggi e ti piace quello che leggi puoi aiutarci a continuare il nostro lavoro per il prezzo di un cappuccino alla settimana.

Grazie,
Peter Gomez

Articolo Precedente

Gorino, il sindaco annuncia: “Pronti ad accogliere i profughi, ma senza sequestri improvvisi di alloggi”

next
Articolo Successivo

Migranti, Unhcr: “2016 l’anno nero del Mediterraneo: 3.800 tra morti o dispersi”

next