Conferenza stampa dell’ex sindaco Ignazio Marino dopo l’assoluzione con formula piena sullo scandalo “Scontrini”. L’ex sindaco di Roma è stato assolto dall’accusa di peculato, truffa e falso nell’ambito del processo sul caso scontrini e le consulenze della Onlus Imagine. “Di fronte ad accuse così infamanti da media e politica – ha detto – è stata finalmente ristabilita la verità”. Marino ironizza sul Tg1 di Mario Orfeo, legato a Caltagirone, se la prende con l’accanimento mediatico. “Non porto rancore verso il M5s, (ndr furono i consiglieri a sollevare il caso scontrini) sono un uomo di scienza, faccio analisi, non commento la situazione dell’amministrazione attuale”, così Ignazio Marino ha risposto in conferenza stampa alla domanda de ilfattoquotidiano.it sul suo successore alla guida del Campidoglio. “Mi dispiace soltanto che, alla richiesta della sindaca Raggi per 600mila euro di danni di immagine, oggi il giudice ha detto che non ho fatto nessun danno di immagine e anzi mi aspetto che così come ho fatto io, ricercando nel mondo di esaltare l’immagine della città, anch’ella si impegni con la stessa determinazione per il bene di Roma“. Poi l’ex sindaco vanta le scelte fatte in campo dei rifiuti: “Forse colpevole di aver licenziato chi era stato assunto con parentopoli l’ingegner Filippi, è stato prontamente allontanato, così come nel sociale ho avuto persone che hanno inciso in maniera positiva nella nostra città”

Sostieni ilfattoquotidiano.it: mai come in questo momento abbiamo bisogno di te

In questi tempi difficili e straordinari, è fondamentale garantire un'informazione di qualità. Per noi de ilfattoquotidiano.it gli unici padroni sono i lettori. A differenza di altri, vogliamo offrire un giornalismo aperto a tutti, senza paywall. Il tuo contributo è fondamentale per permetterci di farlo. Diventa anche tu Sostenitore

Grazie, Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

De Luca vs M5S: “Un circo equestre che spero finisca presto. Luigino Di Maio? Un cafone”

next
Articolo Successivo

Sondaggi, M5S resta il primo partito. E in caso di ballottaggio batterebbe il Pd

next