Almeno 11 neonati sono morti durante un incendio scoppiato nel reparto maternità all’ospedale di Yarmouk a Baghdad, in Iraq. Le vittime, tutti nati prematuri, sono decedute per soffocamento, mentre 7 bambini e 29 donne sono stati tratti in salvo e trasferiti in un altro ospedale. Lo ha reso noto Ahmed al-Rdainy, portavoce del ministero della Sanità iracheno tramite un comunicato. Da una prima ricostruzione fornita dalla Protezione civile irachena a causare l’incendio sarebbe stato un corto circuito all’impianto elettrico.

close

Prima di continuare

Se sei qui è evidente che apprezzi il nostro giornalismo. Come sai un numero sempre più grande di persone legge Ilfattoquotidiano.it senza dover pagare nulla. L’abbiamo deciso perché siamo convinti che tutti i cittadini debbano poter ricevere un’informazione libera ed indipendente.

Purtroppo il tipo di giornalismo che cerchiamo di offrirti richiede tempo e molto denaro. I ricavi della pubblicità ci aiutano a pagare tutti i collaboratori necessari per garantire sempre lo standard di informazione che amiamo, ma non sono sufficienti per coprire i costi de ilfattoquotidiano.it.

Se ci leggi e ti piace quello che leggi puoi aiutarci a continuare il nostro lavoro per il prezzo di un cappuccino alla settimana.

Grazie,
Peter Gomez

Articolo Precedente

Germania, fermato 25enne siriano: “Membro importante dell’Isis, voleva colpire la Bundesliga”

prev
Articolo Successivo

In 600 per lo yoga sul Danubio, il drone riprende la lezione da record sul ponte della Libertà a Budapest

next