Riunione in Campidoglio tra la sindaca Virginia Raggi (M5S) e i componenti del comitato dei garanti dei diversi livelli istituzionali. “Gli assessori li annuncerà Virginia, stiamo lavorando, noi siamo solo un supporto, oneri e onori alla sindaca di Roma, è un caterpillar, determinata, più la conosco più l’apprezzo” ha affermato la senatrice Paola Taverna. La squadra degli assessori non è ancora stata definita, ma già ci sono state alcune polemiche. L’assessore di Parma Gabriele Folli ha infatti criticato la scelta di Paola Muraro come responsabile dei rifiuti perché pro inceneritori. “Sono polemiche senza fondamento, lei metterà in pratica il programma M5s, ribadiamo il nostro no agli inceneritori” ha risposto Massimo Castaldo, eurodeputato M5s. “Sui giornali circolano nomi che nemmeno io conosco, è compito della Raggi annunciarli, non travalichiamo il nostro ruolo, rifiuti e trasporti sono le priorità come detto in campagna elettorale, in questa città mancano i servizi essenziali, e c’è stato un spreco delle risorse” ha spiegato invece Gianluca Perilli, consigliere regionale. La sindaca si è poi spostata nel quartier generale del M5s di Ostiense e ha incontrato i consiglieri e alcuni degli assessori già annunciati: oltre a Muraro (Ambiente), c’era anche Luca Bergamo (Cultura). Se per definire la giunta ha tempo fino al 7 luglio, intanto prende forma l’altra squadra. Due i nomi sicuri: Daniele Frongia sarà il capo di gabinetto, mentre Augusto Rubei il portavoce. Intanto il primo tema sul tavolo è quello dello stadio: “Valuteremo se riportare la delibera in Aula”, ha detto il prossimo presidente dell’Assemblea Marcello De Vito. E Castaldo ha concluso: “Non ci sono né no aprioristici né sì aprioristici. Bisogna avere le carte in mano. Progetti di sviluppo che portano posti di lavoro sono benvenuti ma devono rispettare anche la città stessa. Noi, da tifosi, prima di essere romanisti o laziali siamo tutti romani”.

Sostieni ilfattoquotidiano.it: mai come in questo momento abbiamo bisogno di te.

In queste settimane di pandemia noi giornalisti, se facciamo con coscienza il nostro lavoro, svolgiamo un servizio pubblico. Anche per questo ogni giorno qui a ilfattoquotidiano.it siamo orgogliosi di offrire gratuitamente a tutti i cittadini centinaia di nuovi contenuti: notizie, approfondimenti esclusivi, interviste agli esperti, inchieste, video e tanto altro. Tutto questo lavoro però ha un grande costo economico. La pubblicità, in un periodo in cui l'economia è ferma, offre dei ricavi limitati. Non in linea con il boom di accessi. Per questo chiedo a chi legge queste righe di sostenerci. Di darci un contributo minimo, pari al prezzo di un cappuccino alla settimana, fondamentale per il nostro lavoro.
Diventate utenti sostenitori cliccando qui.
Grazie Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Napoli, de Magistris proclamato sindaco: “Lavorerò anche per chi ha votato altri o si è astenuto”

next
Articolo Successivo

M5s, blog Beppe Grillo: “La terza edizione di Italia 5 stelle sarà a Palermo il 24 e 25 settembre”

next