Forte e chiara è l’indicazione di votare Chiara”. L’endorsement, che mette in imbarazzo la candidata sindaco a Torino del M5s Chiara Appendino, arriva dall’europarlamentare Mario Borghezio. Lo stato maggiore di via Bellerio si è mobilitato in forze per togliere voti al Pd nei ballottaggi del 19 giugno prossimo. A Torino la scelta tra Fassino, il “cattocomunista” per Borghezio, e la Appendino non è priva di contraddizioni. “Borghezio è un cittadino e può dire ciò che crede. Ha seimila preferenze? Sono voti dei cittadini e sceglieranno in base al programam che presentiamo”, afferma la candidata pentastellata che nei cinque anni passati da consigliera comunale, ha rappresentato la parte più progressista e sensibile ai diritti civili del duo formato con Vittorio Bertola in Sala Rossa. Ora la Appendino per battere il sindaco uscente dovrà raccogliere anche i voti della Lega (7-8%), un elettorato che seppur a livello nazionale può combaciare con quello del Movimento, a Torino non rappresenta il lavoro svolto da lei nella scorsa legislatura

Sostieni ilfattoquotidiano.it: mai come in questo momento abbiamo bisogno di te.

In queste settimane di pandemia noi giornalisti, se facciamo con coscienza il nostro lavoro, svolgiamo un servizio pubblico. Anche per questo ogni giorno qui a ilfattoquotidiano.it siamo orgogliosi di offrire gratuitamente a tutti i cittadini centinaia di nuovi contenuti: notizie, approfondimenti esclusivi, interviste agli esperti, inchieste, video e tanto altro. Tutto questo lavoro però ha un grande costo economico. La pubblicità, in un periodo in cui l'economia è ferma, offre dei ricavi limitati. Non in linea con il boom di accessi. Per questo chiedo a chi legge queste righe di sostenerci. Di darci un contributo minimo, pari al prezzo di un cappuccino alla settimana, fondamentale per il nostro lavoro.
Diventate utenti sostenitori cliccando qui.
Grazie Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Comunali Roma 2016, Malagò: “Le Olimpiadi? Possibili anche con Raggi sindaco”. Giachetti: “Ok a referendum”

next
Articolo Successivo

Comunali Roma 2016, Marino: “Non posso votare Giachetti. La Raggi? Determinata, intelligente e anche severa”

next