Prezzi dagli 800 euro in su, ma per le tesi specialistiche si arriva anche a 2000 euro. Sono queste le tariffe del mercato nero degli elaborati di laurea. Le bacheche di tutte le Università sono piene di annunci di società di consulenza per studenti che offrono pacchetti completi: i laureandi non devono scrivere neanche una riga. Ma questo tipo di attività è un reato punito con pene fino a tre anni di reclusione. Per questo, chi gestisce questo business illegale prende delle precauzioni: pagamenti in nero e passaggi degli elaborati tramite chiavette usb. Il lavoro è redditizio è poco rischioso: c’è chi lo fa da oltre 20 anni senza essere mai stato scoperto  di Alessandro Sarcinelli

Sostieni ilfattoquotidiano.it: mai come in questo momento abbiamo bisogno di te.

In queste settimane di pandemia noi giornalisti, se facciamo con coscienza il nostro lavoro, svolgiamo un servizio pubblico. Anche per questo ogni giorno qui a ilfattoquotidiano.it siamo orgogliosi di offrire gratuitamente a tutti i cittadini centinaia di nuovi contenuti: notizie, approfondimenti esclusivi, interviste agli esperti, inchieste, video e tanto altro. Tutto questo lavoro però ha un grande costo economico. La pubblicità, in un periodo in cui l'economia è ferma, offre dei ricavi limitati. Non in linea con il boom di accessi. Per questo chiedo a chi legge queste righe di sostenerci. Di darci un contributo minimo, pari al prezzo di un cappuccino alla settimana, fondamentale per il nostro lavoro.
Diventate utenti sostenitori cliccando qui.
Grazie Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Padova, prof neoassunto non dichiara precedenti penali: indagato per falso

next
Articolo Successivo

Insegnanti: cari allievi, anche il vostro maestro è un ‘Dop’

next