“Avrebbero dovuto riconsegnare i propri alloggi al momento della pensione, ma da anni continuano a viverci senza pagare alcun affitto né le utenze domestiche. Sono oltre 300 gli ex bidelli o custodi delle scuole romane che occupano impropriamente case e appartamenti all’interno degli istituti di proprietà del Comune di Roma pur non essendo più in servizio”. Questa la denuncia di Mario Rusconi, presidente dell’ANP (Associazione Nazionale Presidi), raccolta in un servizio andato in onda a Tagadà (La7). Una situazioni paradossale – si spiega nel video – che raggiunge il suo apice con il caso del Liceo Scientifico Isacco Newton: chi ci vive ha un affaccio meraviglioso su Santa Maria Maggiore, quartiere romano di enorme pregio

Sostieni ilfattoquotidiano.it: mai come in questo momento abbiamo bisogno di te.

In queste settimane di pandemia noi giornalisti, se facciamo con coscienza il nostro lavoro, svolgiamo un servizio pubblico. Anche per questo ogni giorno qui a ilfattoquotidiano.it siamo orgogliosi di offrire gratuitamente a tutti i cittadini centinaia di nuovi contenuti: notizie, approfondimenti esclusivi, interviste agli esperti, inchieste, video e tanto altro. Tutto questo lavoro però ha un grande costo economico. La pubblicità, in un periodo in cui l'economia è ferma, offre dei ricavi limitati. Non in linea con il boom di accessi. Per questo chiedo a chi legge queste righe di sostenerci. Di darci un contributo minimo, pari al prezzo di un cappuccino alla settimana, fondamentale per il nostro lavoro.
Diventate utenti sostenitori cliccando qui.
Grazie Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Reggia Caserta, Cremaschi (ex Fiom) vs Rondolino: “Renzi? Cialtronerie”. “Ti han cacciato pure dalla Cgil”

next
Articolo Successivo

La7, Tosi con un cerottone sulla fronte. Il conduttore: “Ha incontrato per caso Salvini?”

next