Svarioni, gaffe, grammelot, scivoloni grammaticali: è un minibilancio della discussione sul ddl Cirinnà, in Aula al Senato, dove la demonizzata “stepchild adoption” è stata declinata in creative varianti. Da “step ciald association” a “steppodoccio” fino a stepsciald adòtt” e “stepciaild appiscion”: resta curiosa la coincidenza che la locuzione inglese sia stata pronunciata male dai parlamentari di centrodestra (Ncd e Forza Italia), profondamente avversi alla legge sulle unioni civili. Ma non sono mancate anche altre originali espressioni, come quella adottata dal senatore Mancuso che ha parlato di “utero in locazione”. Scilipoti – nel blob de ilfattoquotidiano.it – furoreggia con i suoi “afferminati” e “uomosessuali” di reminiscenza checcozaloniana, Di Biagio si smarrisce nella pronuncia delle parole “omogenitorialità” e “Costituzione”. Aracri parla di “ìcone” e delle “giannenannine”, poi si inalbera coi suoi colleghi di banco (Barani e Dell’Anna), poco interessati alla sua veemente invettiva. Insomma, come recita un hashtag in auge in queste ore su twitter, è il caso di sintetizzare tutto il dibattito con un bel “disagio Madama”

Oggi in Edicola - Ricevi ogni mattina alle 7.00 le notizie e gli approfondimenti del giorno. Solo per gli abbonati.

ISCRIVITI

Sostieni ilfattoquotidiano.it: mai come in questo momento abbiamo bisogno di te.

In queste settimane di pandemia noi giornalisti, se facciamo con coscienza il nostro lavoro, svolgiamo un servizio pubblico. Anche per questo ogni giorno qui a ilfattoquotidiano.it siamo orgogliosi di offrire gratuitamente a tutti i cittadini centinaia di nuovi contenuti: notizie, approfondimenti esclusivi, interviste agli esperti, inchieste, video e tanto altro. Tutto questo lavoro però ha un grande costo economico. La pubblicità, in un periodo in cui l'economia è ferma, offre dei ricavi limitati. Non in linea con il boom di accessi. Per questo chiedo a chi legge queste righe di sostenerci. Di darci un contributo minimo, pari al prezzo di un cappuccino alla settimana, fondamentale per il nostro lavoro.
Diventate utenti sostenitori cliccando qui.
Grazie Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Lotta alla povertà: il ministro Poletti che voleva abolirla. Per scherzo

next
Articolo Successivo

Cuffaro: “Avevo un milione e 800mila voti, ora si spostano nel Pd”. Guerini: “Con noi non c’entra”

next