“La mia risposta a chi parla male della Sicilia”. Sdraiato sulla spiaggia di Castel di Tusa, in provincia di Messina, lo sguardo a favor di camera e una copia del Giornale di Sicilia tra le mani. Il governatore Rosario Crocetta risponde con tre scatti postati su Facebook “a quanti parlano male della Sicilia”. Il riferimento è alle parole di Roberto Vecchioni, che aveva definito la regione “un’isola di merda”. Parole che, peraltro, avevano trovato d’accordo il sindaco di Palermo Leoluca Orlando.

“La Sicilia è un’isola bellissima, la più bella del mondo e il suo popolo è straordinario – si legge nel post online -. Abbiamo dei problemi, molti dei quali arrivano da passato ma non voglio fare polemica con nessuno. Stiamo superando tutto, il Pil comincia a crescere e ci sono già alcuni piccoli segni di ripresa. La cosa importante è che ci sia un popolo unito, che si batte contro il malaffare e la corruzione per una Sicilia libera. Buon ponte dell’Immacolata a tutti”.

close

Prima di continuare

Se sei qui è evidente che apprezzi il nostro giornalismo. Come sai un numero sempre più grande di persone legge Ilfattoquotidiano.it senza dover pagare nulla. L’abbiamo deciso perché siamo convinti che tutti i cittadini debbano poter ricevere un’informazione libera ed indipendente.

Purtroppo il tipo di giornalismo che cerchiamo di offrirti richiede tempo e molto denaro. I ricavi della pubblicità ci aiutano a pagare tutti i collaboratori necessari per garantire sempre lo standard di informazione che amiamo, ma non sono sufficienti per coprire i costi de ilfattoquotidiano.it.

Se ci leggi e ti piace quello che leggi puoi aiutarci a continuare il nostro lavoro per il prezzo di un cappuccino alla settimana.

Grazie,
Peter Gomez

Articolo Precedente

Prima della Scala, cecchini sui tetti e metal detector sulle pellicce. Renzi ci sarà, Mattarella no. Proteste fuori

prev
Articolo Successivo

Terrorismo, “supporto logistico a foreign fighter”: arrestato a Bari iracheno già condannato in Italia

next