Giornata difficile per muoversi a Roma, tra targhe alterne e sciopero dei mezzi pubblici. È scattata alle 8.30 l’agitazione di 4 ore del personale Atac indetto dal sindacato CambiaMenti. Ecco la situazione: Metro A chiusa; MetroB/B1 chiusa; Metro C regolare; Roma-Lido chiusa; Roma-Viterbo Urbana forti riduzioni di corse; Roma-Viterbo extraurbano regolare; Termini-Centocelle regolare. Possibili cancellazioni di corse bus. Per quanto riguarda la metropolitana il servizio riprenderà attorno alle 14, dopo i necessari tempi tecnici di riattivazione.

Le difficoltà negli spostamenti sono aumentate dal blocco delle auto con targa dispari, e di tutti i veicoli più inquinanti, deciso dal Campidoglio a causa degli alti livelli di polveri sottili (pm10) nell’aria della Capitale. Oggi e domani, oltre al blocco dei veicoli più inquinanti nella cosiddetta fascia verde” cittadina tornano le targhe alterne. Secondo quanto disposto dal Campidoglio non possono circolare auto e moto con l’ultima cifra della targa dispari dalle 7.30 alle 12.30 e dalle 16.30 alle 20.30. Nessun problema, invece, per tutte le categorie di veicoli meno inquinanti: metano, gpl, ibride, euro 6 e ciclomotori due ruote quattro tempi euro 2 e motocicli quattro tempi euro 3.

Oltre allo stop dei veicoli più inquinanti, nelle stesse fasce orarie non potranno circolare le auto e le moto con l’ultima cifra della targa pari, con le stesse deroghe di oggi. Costantemente limitati anche gli impianti di riscaldamento, che, potranno funzionare fino a 12 ore con temperature massime di 17-18 gradi. Possono derogare gli ospedali, le cliniche, le case di cura, le scuole. Disposto inoltre dal Campidoglio il rafforzamento dei controlli sul rispetto del divieto di ‘combustione all’aperto’.

I cittadini della capitale sembrano non gradire affatto l’idea che sia possibile “a quattro giorni dall’inizio del Giubileo” avere contemporaneamente metro chiuse, bus a singhiozzo e targhe alterne. “E’ vergognoso” commentano in tanti. “#Tronca peggio di #Marino, o sospendeva targhe alterne o impediva sciopero, così penalizza solo i cittadini che lavorano”, scrive un utente, mentre altri cinguettano “Targhe alterne, in un giorno di sciopero. Scarsa informazione, Metro chiuse e autobus fermi. Fermate ‘sti geni!!”, “Mentre nel mondo avanzano le #smartcity a #Roma oggi abbiamo targhe alterne e sciopero dei mezzi pubblici. #daje”, “Roma #sciopero metro e autobus quando ci sono le targhe alterne ? A Roma tutto è possibile”. C’è invece chi affronta la giornata con ironia e su Twitter scrive “Guardate che #sciopero + #targhealterne fa parte di una precisa strategia anti ISIS”.

 

Sostieni ilfattoquotidiano.it: mai come in questo momento abbiamo bisogno di te.

In queste settimane di pandemia noi giornalisti, se facciamo con coscienza il nostro lavoro, svolgiamo un servizio pubblico. Anche per questo ogni giorno qui a ilfattoquotidiano.it siamo orgogliosi di offrire gratuitamente a tutti i cittadini centinaia di nuovi contenuti: notizie, approfondimenti esclusivi, interviste agli esperti, inchieste, video e tanto altro. Tutto questo lavoro però ha un grande costo economico. La pubblicità, in un periodo in cui l'economia è ferma, offre dei ricavi limitati. Non in linea con il boom di accessi. Per questo chiedo a chi legge queste righe di sostenerci. Di darci un contributo minimo, pari al prezzo di un cappuccino alla settimana, fondamentale per il nostro lavoro.
Diventate utenti sostenitori cliccando qui.
Grazie Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Traffico di migranti, così Egitto e Libia salvano i boss delle stragi. L’Isis ringrazia

next
Articolo Successivo

Metro C Roma, sospesi i lavori: “Mancati pagamenti per 200 milioni”

next