Jorge Lorenzo davanti a tutti nelle due sessioni di prove libere del Gran Premio del Giappone, dove ha vinto le ultime due edizioni. Sul circuito di Motegi, il maiorchino su Yamaha ha chiuso la prima in 1.45.432 davanti alla Ducati di Andrea Iannone staccato di 0.395 secondi. Lo spagnolo si è poi migliorato nella seconda sessione: con il tempo di 1.44.731 ha preceduto il connazionale Dani Pedrosa su Honda di 0.128. Subito dietro le due Ducati di Andrea Iannone a 0.312 e Andrea Dovizioso a 0.368 .

In difficoltà Valentino Rossi: il leader del mondiale dopo aver chiuso la prima sessione al terzo posto con un ritardo di 0.412 secondi, ha fatto peggio nella seconda dove ha chiuso ottavo, staccato di 0.823 secondi dal Lorenzo. Indietro anche il campione del mondo Marc Marquez, settimo a 0.761. Top ten chiusa da altri due spagnoli, Pol Espargarò e Hector Barberà.

Ai microfoni di Sky, Valentino Rossi non ha nascosto i problemi: “Ho provato la gomma dura e i tempi non erano malissimo, gli altri però hanno migliorato e io invece non ce l’ho fatta. Sono lento nella parte guidata, sarà lì che dovremo lavorare. Dobbiamo scegliere poi la gomma, insomma ci sono tante altre cose da fare e speriamo di riuscire a farle meglio”.

Soddisfatto invece Lorenzo, veloce nonostante l’infortunio alla spalla rimediato nei giorni scorsi: “E’ stato un giorno positivo, non mi aspettavo di andare così forte perché la spalla mi dà ancora fastidio”.

close

Prima di continuare

Se sei qui è evidente che apprezzi il nostro giornalismo. Come sai un numero sempre più grande di persone legge Ilfattoquotidiano.it senza dover pagare nulla. L’abbiamo deciso perché siamo convinti che tutti i cittadini debbano poter ricevere un’informazione libera ed indipendente.

Purtroppo il tipo di giornalismo che cerchiamo di offrirti richiede tempo e molto denaro. I ricavi della pubblicità ci aiutano a pagare tutti i collaboratori necessari per garantire sempre lo standard di informazione che amiamo, ma non sono sufficienti per coprire i costi de ilfattoquotidiano.it.

Se ci leggi e ti piace quello che leggi puoi aiutarci a continuare il nostro lavoro per il prezzo di un cappuccino alla settimana.

Grazie,
Peter Gomez

Articolo Precedente

MotoGp Giappone, a Motegi Iannone vuole ripetersi. E’ la gara giusta per superare Marquez in classifica

prev
Articolo Successivo

Motogp Giappone: Lorenzo in pole. Rossi: “Lotterò”. Brutto incidente per De Angelis

next