Un abitacolo completamente lavabile grazie all’interno di plastica e ai fori di scarico nel pavimento, proprio come la storica Méhari. Due sole porte, perché ai sedili dietro si arriva puntando un piede sulla fiancata e scavalcandola. I sedili rivestiti col neoprene delle mute, per buttarsi in macchina anche col costume bagnato. Una cuccetta per due, per passare la notte all’aria aperta. Una capote che si tende sopra montanti gonfiabili, nel caso arrivi un acquazzone. Sa proprio di mare e di estate la concept Citroën Cactus M, al debutto al Salone di Francoforte di metà settembre. Difficilmente arriverà alla produzione di serie, ma la Cactus M serve al marchio francese per “illustrare tutto il potenziale della C4 Cactus di serie” e “la straordinaria possibilità di sviluppo del posizionamento del marchio su sagome diverse”. La C4 Cactus, infatti, è il primo modello di una serie che dovrebbero rendere la Citroën molto differente dalle sorelle Peugeot e DS. Parole d’ordine, ottimismo, facilità d’uso, praticità.

close

Prima di continuare

Se sei qui è evidente che apprezzi il nostro giornalismo. Come sai un numero sempre più grande di persone legge Ilfattoquotidiano.it senza dover pagare nulla. L’abbiamo deciso perché siamo convinti che tutti i cittadini debbano poter ricevere un’informazione libera ed indipendente.

Purtroppo il tipo di giornalismo che cerchiamo di offrirti richiede tempo e molto denaro. I ricavi della pubblicità ci aiutano a pagare tutti i collaboratori necessari per garantire sempre lo standard di informazione che amiamo, ma non sono sufficienti per coprire i costi de ilfattoquotidiano.it.

Se ci leggi e ti piace quello che leggi puoi aiutarci a continuare il nostro lavoro per il prezzo di un cappuccino alla settimana.

Grazie,
Peter Gomez

Articolo Precedente

Salone di Francoforte 2015, Peugeot Fractal, esplorazione uditiva – FOTO

prev
Articolo Successivo

Tesla Model X, le prime immagini della Suv elettrica da 130.000 dollari – FOTO

next