“Niente centrocampista”, la vittoria nel Trofeo Tim fa sorridere i tifosi del Milan, ma appena dopo il successo è Adriano Galliani a tornare ad allarmarli. L’amministratore delegato rossonero chiude il mercato in entrata: “Centrocampista? Non ci serve nulla, siamo coperti in tutti i ruoli – le sue parole a Premium Sport -. Credo che ci fermeremo qua. Ibrahimovic? Per me il Psg non lo lascia partire, ma staremo vigili e attenti…”.

A poco più di due settimane dalla fine del mercato, resta da capire se quelle di Galliani sono solo dichiarazioni di circostanza. Anche il torneo al Mapei Stadium ha messo in evidenza che un centrocampista serve eccome, anche se il pensiero dell’ad al momento appare diverso: “Penso che il nostro mercato in entrata sia chiuso – prosegue Galliani -, ma da qui a fine agosto possono aprirsi situazioni interessanti. Per ora basta così, ma a fine agosto vedremo”.

Capitolo Ibrahimovic: “Se partirà noi ci saremo, ma non credo che il Psg se ne privi. Percentuali? No, al momento non è ipotizzabile, siamo attenti e vigili. Per il momento dico no, ma il mercato è lungo“. Infine un elogio al presidente Berlusconi: l’attuale mercato diventerà il più oneroso della trentennale epopea rossonera. “Berlusconi ha fatto un grande sforzo economico per il suo Milan. Sento il presidente tutti i giorni, è sul pezzo e appassionato e vuole che il Milan faccia bene. L’obiettivo è il terzo posto – conclude Galliani -, ma per ora non dico che Mihajlovic lo debba raggiungere per forza”.

Sostieni ilfattoquotidiano.it: mai come in questo momento abbiamo bisogno di te.

In queste settimane di pandemia noi giornalisti, se facciamo con coscienza il nostro lavoro, svolgiamo un servizio pubblico. Anche per questo ogni giorno qui a ilfattoquotidiano.it siamo orgogliosi di offrire gratuitamente a tutti i cittadini centinaia di nuovi contenuti: notizie, approfondimenti esclusivi, interviste agli esperti, inchieste, video e tanto altro. Tutto questo lavoro però ha un grande costo economico. La pubblicità, in un periodo in cui l'economia è ferma, offre dei ricavi limitati. Non in linea con il boom di accessi. Per questo chiedo a chi legge queste righe di sostenerci. Di darci un contributo minimo, pari al prezzo di un cappuccino alla settimana, fondamentale per il nostro lavoro.
Diventate utenti sostenitori cliccando qui.
Grazie Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Calciomercato Napoli, De Guzman in partenza: c’è il Marsiglia

next
Articolo Successivo

Calciomercato Sampdoria, tutto su Balotelli: lo vuole Ferrero

next