Un invito a unirsi alle attività dei centri estivi purché i partecipanti siano “ragazzi normali“. E’ bastata una foto pubblicata su facebook dal blogger Saverio Tommasi per far scatenare le proteste per un volantino dell’istituto dei Salesiani di Bologna che promuove “Estate Ragazzi”. La frase è firmata da don Luca, sacerdote salesiano che si è scusato per l’espressione, specificando – dopo che il volantino era circolato su alcuni siti – che si è trattato di un equivoco e che andava letto in un determinato contesto.

Polemica per estate ragazzi a Lizzano in BelvedereIn una nota, i Salesiani Lombardia Emilia hanno poi spiegato che “il termine ‘ragazzi normali’, non vuole assolutamente escludere ragazzi e ragazze aventi qualsiasi tipo di disabilità, ma, nelle intenzioni dell’autore dell’avviso affisso in bacheca, si voleva indicare la possibilità, anche per ragazzi e ragazze non iscritti alla scuola, di partecipare alle diverse iniziative proposte, a patto che vi fossero le predisposizioni richieste dalle attività stesse, predisposizioni da valutarsi anche attraverso un colloquio con il promotore e responsabile delle attività stesse”. I Salesiani hanno inoltre specificato che “le attività estive in oggetto non riguardano quelle di un oratorio o del ‘centro estivo’ promosso dalla parrocchia ‘Sacro Cuore’ di Bologna; sono invece legate al settore scolastico dell’Istituto ‘Beata Vergine di San Luca’, dei Salesiani di Bologna”.

close

Prima di continuare

Se sei qui è evidente che apprezzi il nostro giornalismo. Come sai un numero sempre più grande di persone legge Ilfattoquotidiano.it senza dover pagare nulla. L’abbiamo deciso perché siamo convinti che tutti i cittadini debbano poter ricevere un’informazione libera ed indipendente.

Purtroppo il tipo di giornalismo che cerchiamo di offrirti richiede tempo e molto denaro. I ricavi della pubblicità ci aiutano a pagare tutti i collaboratori necessari per garantire sempre lo standard di informazione che amiamo, ma non sono sufficienti per coprire i costi de ilfattoquotidiano.it.

Se ci leggi e ti piace quello che leggi puoi aiutarci a continuare il nostro lavoro per il prezzo di un cappuccino alla settimana.

Grazie,
Peter Gomez

Articolo Precedente

Sit-in contro aborto davanti a ospedale Bologna, Pd e associazioni protestano

prev
Articolo Successivo

Emilia, dipendenti pubblici con doppio incarico: due condanne in Corte dei Conti

next