“In questo momento stiamo fornendo assistenza giudiziaria a un Paese straniero. Verranno svolti tutti gli accertamenti per comprendere quali sono gli elementi a carico di questa persona”. Così il capo della Polizia, Alessandro Pansa, risponde ai cronisti sul possibile scambio di persona relativo all’arresto di Abdelmajid Touil, ritenuto dalle autorità tunisine fra i responsabili dell’attentato terroristico al museo del Bardo. A margine della celebrazione per il 163/o anniversario della Festa della polizia a Roma, Pansa aggiunge: “L’iter dell’arresto del cittadino marocchino ha seguito un iter corretto. Noi continuiamo a tenere le antenne alzate con il coordinamento di tutte le forze armate per rendere il paese sicuro”   di Annalisa Ausilio

Sostieni ilfattoquotidiano.it: il tuo contributo è fondamentale

Il tuo sostegno ci aiuta a garantire la nostra indipendenza e ci permette di continuare a produrre un giornalismo online di qualità e aperto a tutti, senza paywall. Il tuo contributo è fondamentale per il nostro futuro.
Diventa anche tu Sostenitore

Grazie, Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Bardo, l’avvocato di Touil: “Vittima di errore, rischia 40 giorni di carcere”

next
Articolo Successivo

Calabria, ex consigliere di centrodestra oggi autista per il Pd. Nel 2008 filmato con pistola e uomo dei clan

next