Nessuno sciopero dei benzinai in autostrada. La protesta, che sarebbe dovuta iniziare oggi, 4 aprile, alle 22 per finire alla stessa ora del 6 maggio, è stata sospesa. E’ l’esito della riunione al Ministero dello Sviluppo Economico tra i rappresentanti della categoria e il governo. Nel corso dell’incontro sono stati esaminati i vari interessi dei gestori e, informa una nota del Ministero, “di essi si auspica una adeguata considerazione nel Piano di ristrutturazione. A fronte della richiesta da parte del ministero di una conseguente rivalutazione delle iniziative sindacali relative all’imminente sciopero di due giorni della distribuzione di carburanti in autostrada, le Associazioni hanno valutato positivamente la richiesta, e ne hanno annunciato la sospensione”.

L’incontro, prosegue il comunicato, si è svolto “su richiesta delle Associazioni sindacali dei gestori degli impianti di distribuzione carburanti operanti sulla rete autostradale, in preparazione della riunione convocata il 13 maggio presso questo Ministero del Tavolo con tutte le parti interessate al Piano di ristrutturazione della rete di aree di servizio presenti in autostrada”.

close

Prima di continuare

Se sei qui è evidente che apprezzi il nostro giornalismo. Come sai un numero sempre più grande di persone legge Ilfattoquotidiano.it senza dover pagare nulla. L’abbiamo deciso perché siamo convinti che tutti i cittadini debbano poter ricevere un’informazione libera ed indipendente.

Purtroppo il tipo di giornalismo che cerchiamo di offrirti richiede tempo e molto denaro. I ricavi della pubblicità ci aiutano a pagare tutti i collaboratori necessari per garantire sempre lo standard di informazione che amiamo, ma non sono sufficienti per coprire i costi de ilfattoquotidiano.it.

Se ci leggi e ti piace quello che leggi puoi aiutarci a continuare il nostro lavoro per il prezzo di un cappuccino alla settimana.

Grazie,
Peter Gomez

Articolo Precedente

Pensioni, Inps: ‘Il 99% di quelle degli ‘elettrici’ troppo alte rispetto a contributi’

prev
Articolo Successivo

Fisco, l’Ue valuta se aprire indagine su Mc Donald’s: “Evasione da 1 miliardo”

next