“Un Presidente, c’è solo un Presidente”. Alcune decine di giovani scatenati – e mascherati – si sono radunati di fronte al Quirinale in un flash mob per sostenere la candidatura al Colle di Giancarlo Magalli. Dopo il trionfo nel sondaggio del Fatto.it, è arrivata l’investitura della piazza. Nonostante la pioggia battente, il conduttore non si è negato e ha partecipato col sorriso: “Questi voti arrivano dai giovani, è un voto di dissenso. Vogliono dire: ‘mettiamo la faccia di Magalli, ma per togliere le facce degli altri”. Sul voto “vero”, Magalli converge con il Pd su Mattarella: “E’ un bel nome. Secondo me ce la farà prima della quarta chiama. Sarebbe una prova di debolezza di Berlusconi e soprattutto una prova di forza di Renzi. A me piacerebbe anche Veltroni”. E Berlusconi farebbe mai votare Forza Italia per Magalli? Il conduttore è scettico: “Non credo. Anche perché io non voterei per lui. Non ho mai pensato di lavorare per Mediaset e comunque gli ho già mandato la Carfagna, il mio contributo l’ho dato”  di Tommaso Rodano

Sfoglia storify

Sostieni ilfattoquotidiano.it: mai come in questo momento abbiamo bisogno di te.

In queste settimane di pandemia noi giornalisti, se facciamo con coscienza il nostro lavoro, svolgiamo un servizio pubblico. Anche per questo ogni giorno qui a ilfattoquotidiano.it siamo orgogliosi di offrire gratuitamente a tutti i cittadini centinaia di nuovi contenuti: notizie, approfondimenti esclusivi, interviste agli esperti, inchieste, video e tanto altro. Tutto questo lavoro però ha un grande costo economico. La pubblicità, in un periodo in cui l'economia è ferma, offre dei ricavi limitati. Non in linea con il boom di accessi. Per questo chiedo a chi legge queste righe di sostenerci. Di darci un contributo minimo, pari al prezzo di un cappuccino alla settimana, fondamentale per il nostro lavoro.
Diventate utenti sostenitori cliccando qui.
Grazie Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Quirinale, sit-in Forconi: ‘Parlamento illegittimo’. Taverna: ‘Protestate, ma noi qui per cambiare’

next
Articolo Successivo

Quirinale, il voto di Napolitano fra applausi dell’Aula e dei fischi dei M5S

next