Per i cittadini di Malnate il “Centro del riuso” inaugurato nella città in provincia di Varese: “E’ un bel principio per costruire un domani migliore per i nostri figli”. Per l’amministrazione comunale invece non è solo un progetto dal forte valore ambientale per diminuire l’impatto dei rifiuti sulle discariche comunali, ma è un modo per permettere a chi ha oggetti che non utilizza più di potersene disfare, oltre che una nuova risorsa per i cittadini. Il servizio verrà inizialmente garantito tre giorni a settimana da quattro associazioni: La Finestra, la Pre Nimega, il centro Lena Lazzari e il GAS (Gruppo di Acquisto Solidale) Pom da Tèra, che presteranno servizio gratuitamente. L’oggetto viene valutato in base ad una trattativa e i proventi delle vendite saranno utilizzati per progetti del territorio di carattere sociale. L’idea è stata lanciata nel 2012 dai due comuni di Campagnola Emilia e Fabbrico in provincia di Reggio Emilia. Il sindaco di Fabbrico Maurizio Terzi ha raccontato a ilfattoquotidiano.it come il servizio – attivo ancora oggi – si sia rivelato: “Un supporto per tutta la comunità. Non solo abbiamo prodotto meno rifiuti e incassato denaro che è stato reinvestito per progetti locali, c’è il valore aggiunto delle associazioni che fanno volontariato, che in questi tempi di crisi diventano una risorsa sempre più utile”  di Mario Catania

Sostieni ilfattoquotidiano.it: mai come in questo momento abbiamo bisogno di te.

In queste settimane di pandemia noi giornalisti, se facciamo con coscienza il nostro lavoro, svolgiamo un servizio pubblico. Anche per questo ogni giorno qui a ilfattoquotidiano.it siamo orgogliosi di offrire gratuitamente a tutti i cittadini centinaia di nuovi contenuti: notizie, approfondimenti esclusivi, interviste agli esperti, inchieste, video e tanto altro. Tutto questo lavoro però ha un grande costo economico. La pubblicità, in un periodo in cui l'economia è ferma, offre dei ricavi limitati. Non in linea con il boom di accessi. Per questo chiedo a chi legge queste righe di sostenerci. Di darci un contributo minimo, pari al prezzo di un cappuccino alla settimana, fondamentale per il nostro lavoro.
Diventate utenti sostenitori cliccando qui.
Grazie Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

A Presadiretta il dramma delle famiglie italiane abbandonate dallo Stato

next
Articolo Successivo

Roma, medico in pensione ucciso nella sua abitazione: confessano tre romeni

next