Diciannovesima fumata nera per l’elezione dei due giudici della Consulta e di un membro laico del Consiglio superiore della magistratura. Una votazione, quella di mercoledì, molto simile a quella del giorno precedente, con Pd, Forza Italia, Ncd, Scelta Civica e Pi che hanno deciso di continuare a votare scheda bianca o nulla. Non è stato raggiunto da nessun candidato, così, il quorum necessario dei 3/5 dell’aula (570 voti) per essere eletto.

Mentre il Movimento 5 Stelle ha continuato, come nei giorni scorsi, a rallentare le votazioni, entrando nella cabina elettorale e rimanendovi per diversi minuti, il vicepresidente della Camera, Roberto Giachetti, ha stabilito che se i parlamentari rimangono dietro le tendine per più di 5 minuti, i commessi sono autorizzati ad andare a controllare. Continua, inoltre, la distribuzione di volantini da parte della Lega Nord che spingono per l’elezione a membro della Corte Costituzionale del presidente del Senato, Pietro Grasso. Si procederà, domani alla ventesima votazione.

Sostieni ilfattoquotidiano.it: se credi nelle nostre battaglie, combatti con noi!

Sostenere ilfattoquotidiano.it vuol dire due cose: permetterci di continuare a pubblicare un giornale online ricco di notizie e approfondimenti, gratuito per tutti. Ma anche essere parte attiva di una comunità e fare la propria parte per portare avanti insieme le battaglie in cui crediamo con idee, testimonianze e partecipazione. Il tuo contributo è fondamentale. Sostieni ora

Grazie, Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Alluvione Genova, M5s presenta mozione di sfiducia nei confronti di Renzi

next
Articolo Successivo

Isis, Consiglio supremo di Difesa: “Sforzi Italia insufficienti, rischi a breve termine”

next