Il ct della Seleccion Alejandro Sabella, dopo il successo ai rigori nella semifinale contro l’Olanda, è euforico: “E’ una gioia immensa dopo una gara chiusa e difficile. Ora avremo un giorno in meno di riposo rispetto alla Germania, ma siamo sicuri dei nostri mezzi. Ne sono certo, a questo punto possiamo vincere: di sicuro daremo il 100 %”.

L’eroe di serata è il ‘Chiquito’ Romero, che ha parato a Vlaar e Sneijder due rigori nella decisiva lotteria finale: “Adesso è il momento di festeggiare con la nostra gente, da domani penseremo alla Germania. Dedico la vittoria alla mia famiglia, adesso in finale può succedere di tutto. L’avete visto tutti – chiude l’ex portiere della Sampdoria – serve anche la fortuna: contro i tedeschi sarà una battaglia, ma ci prepareremo a dovere”.

close

Prima di continuare

Se sei qui è evidente che apprezzi il nostro giornalismo. Come sai un numero sempre più grande di persone legge Ilfattoquotidiano.it senza dover pagare nulla. L’abbiamo deciso perché siamo convinti che tutti i cittadini debbano poter ricevere un’informazione libera ed indipendente.

Purtroppo il tipo di giornalismo che cerchiamo di offrirti richiede tempo e molto denaro. I ricavi della pubblicità ci aiutano a pagare tutti i collaboratori necessari per garantire sempre lo standard di informazione che amiamo, ma non sono sufficienti per coprire i costi de ilfattoquotidiano.it.

Se ci leggi e ti piace quello che leggi puoi aiutarci a continuare il nostro lavoro per il prezzo di un cappuccino alla settimana.

Grazie,
Peter Gomez

Sei arrivato fin qui

Se sei qui è evidente che apprezzi il nostro giornalismo. Come sai un numero sempre più grande di persone legge Ilfattoquotidiano.it senza dover pagare nulla. L’abbiamo deciso perché siamo convinti che tutti i cittadini debbano poter ricevere un’informazione libera ed indipendente.

Purtroppo il tipo di giornalismo che cerchiamo di offrirti richiede tempo e molto denaro. I ricavi della pubblicità non sono sufficienti per coprire i costi de ilfattoquotidiano.it e pagare tutti i collaboratori necessari per garantire sempre lo standard di informazione che amiamo.

Se ci leggi e ti piace quello che leggi puoi però aiutarci a continuare il nostro lavoro per il prezzo di un cappuccino alla settimana.

Grazie,
Peter Gomez

Diventa Sostenitore
Articolo Precedente

Brasile 2014, Felipao Scolari non lascia: “Dopo il Mondiale vedremo”

prev
Articolo Successivo

Brasile 2014, nulla di nuovo: ennesima, grande delusione per l’Olanda

next