“Presto i ministri dell’Interno incontreranno i rappresentanti delle principali aziende del settore internet (Google, Facebook, Twitter)”. Lo ha annunciato il coordinatore europeo contro il terrorismo, Gilles De Kerchove, a margine della riunione dei ministri dell’Interno dell’Ue che si è svolta a Milano. “I ministri lo desiderano da tempo, perché vogliono fissare un protocollo comune per intervenire in maniera efficace contro il cybercrimine e poter oscurare siti Internet che propongono contenuti illegali”  di Alessandro Madron

Sostieni ilfattoquotidiano.it:
portiamo avanti insieme le battaglie in cui crediamo!

Sostenere ilfattoquotidiano.it significa permetterci di continuare a pubblicare un giornale online ricco di notizie e approfondimenti.

Ma anche essere parte attiva di una comunità con idee, testimonianze e partecipazione. Sostienici ora.


Grazie Peter Gomez

Sostienici ora Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Agenda digitale: Renzi rassicura sugli investimenti. Ma manca il regista

next
Articolo Successivo

Riforme e salotti tv: perché non parliamo di Singapore?

next