“Eccezionali esigenze cautelari” e nessun pentimento. Il gip di Milano Fabio Antezza ha respinto la richiesta di arresti domiciliari avanzata tramite i legali da Gianstefano Frigerio, ex parlamentare Dc e Fi, tra gli arrestati lo scorso 8 maggio nell’inchiesta milanese sulla presunta ‘cupola degli appalti’

Il giudice per le indagini preliminari, nel respingere le richieste, ha ritenuto siano sussistenti “eccezionali esigenze cautelari”. Inoltre, il giudice, nel rigettare la scarcerazione ha ritenuto che l’ex parlamentare Dc “non abbia dimostrato nessuna resipiscenza”. Frigerio, che durante l’interrogatorio di garanzia ha negato ogni addebito, aveva chiesto l’immediata scarcerazione per motivi di salute presentandosi addirittura all’interrogatorio di garanzia su una seggiola a rotelle.

In un primo momento si era ritenuto che anche per Angelo Paris fosse stata respinta una istanza. Ma l’indagato ha rinunciato alla richiesta di arresti domiciliari e pertanto il gip nei suoi confronti si è espresso con un “non luogo a provvedere”. Paris, una settimana fa davanti al gip aveva fatto le prime ammissioni ed è iniziato nel pomeriggio l’interrogatorio davanti ai pm Claudio Gittardi e Antonio D’Alessio i quali la settimana scorsa avevano dato parere negativo all’istanza dei domiciliari.

close

Prima di continuare

Se sei qui è evidente che apprezzi il nostro giornalismo. Come sai un numero sempre più grande di persone legge Ilfattoquotidiano.it senza dover pagare nulla. L’abbiamo deciso perché siamo convinti che tutti i cittadini debbano poter ricevere un’informazione libera ed indipendente.

Purtroppo il tipo di giornalismo che cerchiamo di offrirti richiede tempo e molto denaro. I ricavi della pubblicità ci aiutano a pagare tutti i collaboratori necessari per garantire sempre lo standard di informazione che amiamo, ma non sono sufficienti per coprire i costi de ilfattoquotidiano.it.

Se ci leggi e ti piace quello che leggi puoi aiutarci a continuare il nostro lavoro per il prezzo di un cappuccino alla settimana.

Grazie,
Peter Gomez

Sei arrivato fin qui

Se sei qui è evidente che apprezzi il nostro giornalismo. Come sai un numero sempre più grande di persone legge Ilfattoquotidiano.it senza dover pagare nulla. L’abbiamo deciso perché siamo convinti che tutti i cittadini debbano poter ricevere un’informazione libera ed indipendente.

Purtroppo il tipo di giornalismo che cerchiamo di offrirti richiede tempo e molto denaro. I ricavi della pubblicità non sono sufficienti per coprire i costi de ilfattoquotidiano.it e pagare tutti i collaboratori necessari per garantire sempre lo standard di informazione che amiamo.

Se ci leggi e ti piace quello che leggi puoi però aiutarci a continuare il nostro lavoro per il prezzo di un cappuccino alla settimana.

Grazie,
Peter Gomez

Diventa Sostenitore
Articolo Precedente

Delitto Gucci, Patrizia Reggiani affidata ai servizi sociali

prev
Articolo Successivo

Anticorruzione, il caso Expo accelera l’iter. Ma Ncd sta con Fi e cerca di bloccarlo

next