Non fa riferimenti precisi ma il messaggio è chiaro: “Il Parlamento non sia palcoscenico per chi provoca“. Lo ha detto la presidente della Camera, Laura Boldrini, a Rimini per incontrare le responsabili della Casa delle donne. “L’Aula – ha aggiunto a margine dell’incontro – è un luogo di confronto anche aspro, ed è giusto che sia così. Ma in una democrazia, ma non può diventare un palcoscenico, perché altrimenti si perde il rispetto delle istituzioni. Soprattutto in questo periodo preelettorale, non vorrei prevalesse questa tendenza di far diventare l’Aula un luogo diverso da quello che dovrebbe essere”. Secondo la presidente della Camera, “nei mesi scorsi ci sono stati eventi non adatti, situazioni che avrei preferito non vedere. Mi auguro – ha poi concluso – che, chiusi questi episodi non si ripetano più'”  di Giulia Zaccariello

Sostieni ilfattoquotidiano.it: mai come in questo momento abbiamo bisogno di te.

In queste settimane di pandemia noi giornalisti, se facciamo con coscienza il nostro lavoro, svolgiamo un servizio pubblico. Anche per questo ogni giorno qui a ilfattoquotidiano.it siamo orgogliosi di offrire gratuitamente a tutti i cittadini centinaia di nuovi contenuti: notizie, approfondimenti esclusivi, interviste agli esperti, inchieste, video e tanto altro. Tutto questo lavoro però ha un grande costo economico. La pubblicità, in un periodo in cui l'economia è ferma, offre dei ricavi limitati. Non in linea con il boom di accessi. Per questo chiedo a chi legge queste righe di sostenerci. Di darci un contributo minimo, pari al prezzo di un cappuccino alla settimana, fondamentale per il nostro lavoro.
Diventate utenti sostenitori cliccando qui.
Grazie Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

La vignetta del giorno: Il boyscout di Gelli

next
Articolo Successivo

Reato tortura, Boldrini: “Sindacati polizia critici? Testo a salvaguardia democrazia”

next