Ha aggredito la compagna incinta, picchiandola anche sulla pancia e lanciandole contro suppellettili, coltelli da cucina e dell’acido muriatico che la donna ha evitato.  È quanto è successo, secondo le ricostruzioni delle forze dell’ordine, la scorsa notte ad Anzio, sul litorale di Roma. L’uomo, un italiano di 38 anni, è stato arrestato dai carabinieri. È accusato di lesioni personali, rapina aggravata e resistenza a pubblico ufficiale.

L’allarme ai militari della Compagnia di Anzio è stato dato da alcuni vicini che hanno sentito le urla della lite tra i due. I carabinieri, una volta arrivati sul posto hanno bloccato a fatica l’uomo, già noto alle forze dell’ordine, che è stato portato nel carcere di Velletri. La donna ha raccontato che il compagno l’aveva costretta a dargli 50 euro per comprarsi della cocaina, che aveva poi consumato davanti a lei in casa. Quindi, secondo quanto si apprende, è scoppiata la lite per motivi banali e l’uomo ha aggredito la compagna. La donna, 37 anni, è stata ricoverata con un trauma cranico e diverse contusioni. Ha avuto 21 giorni di prognosi. Secondo le prime analisi non rischierebbe di perdere il bambino.

Sostieni ilfattoquotidiano.it: mai come in questo momento abbiamo bisogno di te.

In queste settimane di pandemia noi giornalisti, se facciamo con coscienza il nostro lavoro, svolgiamo un servizio pubblico. Anche per questo ogni giorno qui a ilfattoquotidiano.it siamo orgogliosi di offrire gratuitamente a tutti i cittadini centinaia di nuovi contenuti: notizie, approfondimenti esclusivi, interviste agli esperti, inchieste, video e tanto altro. Tutto questo lavoro però ha un grande costo economico. La pubblicità, in un periodo in cui l'economia è ferma, offre dei ricavi limitati. Non in linea con il boom di accessi. Per questo chiedo a chi legge queste righe di sostenerci. Di darci un contributo minimo, pari al prezzo di un cappuccino alla settimana, fondamentale per il nostro lavoro.
Diventate utenti sostenitori cliccando qui.
Grazie Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Marco Pannella in video dopo l’operazione: “Non potevo ‘disobbedire’ al Gemelli”

next
Articolo Successivo

In memoria di Carlo, un giovane assassinato: #unalberopercarlo

next