Il leader del Nuovo Centrodestra rilancia sul taglio delle tasse e la tutela delle famiglie italiane. E promette: “Noi di Ncd siamo pronti a strappi, se l’esecutivo non manterrà le promesse sull’abbattimento del cuneo fiscale”. Poi, nel merito della riforma del Senato chiede a Renzi di accelerare. E assicura: “I numeri ci sono”, anche dopo le dichiarazioni di Berlusconi che si dice scettico e pronto a non votare la riforma su Palazzo Madama. “Se la maggioranza assoluta non ci sarà”, prosegue il ministro dell’Interno in visita oggi a Vinitaly a Verona, “se non ci saranno i due terzi previsti dalla Costituzione, andremo a referendum e le riforme saranno validate dal popolo con il voto” di Alessandro Madron

Sostieni ilfattoquotidiano.it: mai come in questo momento abbiamo bisogno di te.

In queste settimane di pandemia noi giornalisti, se facciamo con coscienza il nostro lavoro, svolgiamo un servizio pubblico. Anche per questo ogni giorno qui a ilfattoquotidiano.it siamo orgogliosi di offrire gratuitamente a tutti i cittadini centinaia di nuovi contenuti: notizie, approfondimenti esclusivi, interviste agli esperti, inchieste, video e tanto altro. Tutto questo lavoro però ha un grande costo economico. La pubblicità, in un periodo in cui l'economia è ferma, offre dei ricavi limitati. Non in linea con il boom di accessi. Per questo chiedo a chi legge queste righe di sostenerci. Di darci un contributo minimo, pari al prezzo di un cappuccino alla settimana, fondamentale per il nostro lavoro.
Diventate utenti sostenitori cliccando qui.
Grazie Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Secessionisti veneti arrestati, Salvini: “O tornano a casa o li andiamo a liberare noi”

next
Articolo Successivo

“Silvio ai servizi sociali? Con 20 camerieri” Ecco dove lo manderebbe il suo popolo

next